Adzuna

Adzuna, un motore di ricerca per posti di lavoro, ha ottenuto 8 milioni di sterline in finanziamenti della serie C da Smedvig Capital. I precedenti sostenitori della società britannica comprendono Index Ventures, Passion Capital, LocalGlobe e oltre 400 investitori di Crowdcube. Questo porta i finanziamenti totali a £ 12 milioni.

Fondata dal team di Gumtree, Zoopla e Qype, Adzuna essenzialmente aggrega annunci di lavoro sul Web per offrire un’unica destinazione per ricerca di un lavoro. È stato lanciato per la prima volta nel Regno Unito nel 2011, ma da allora è stato esteso a 16 paesi, dei quali Regno Unito, gli Stati Uniti, la Germania, i Paesi Bassi, la Francia e il Brasile sono i mercati più forti.

Stiamo crescendo molto rapidamente in molti degli altri. Siamo davvero entusiasti della crescita che stiamo assistendo in particolare negli Stati Uniti “, afferma.

Attraverso i 16 siti gestiti da Adzuna, il motore di ricerca di posti di lavoro registra 10 milioni di visitatori mensili e 7 milioni di utenti registrati. “Milioni” di CV sono stati caricati sul sito – senza dubbio attirati dallo strumento “ValueMyCV” basato su dati di Adzuna – e attualmente aggrega 5.000 fonti di lavoro.

Adzuna genera entrate indirizzando i cercatori di lavoro ai posti di lavoro. Gli annunci di lavoro sono inclusi gratuitamente nel suo indice di ricerca per garantire che elenchi sempre tutti i lavori disponibili, ma gli inserzionisti hanno la possibilità di promuovere elenchi su base CPC simile a Google Adwords. “Alcune entrate aggiuntive sono generate attraverso le vendite di dati sul mercato del lavoro e, naturalmente, ora dal contratto “Find a job ” che è pubblicamente divulgato“, afferma Monro.

Il contratto “Find a job” è una recente vittoria per la società che ha visto allontanare il concorrente Monster che gestiva il servizio Universal Jobmatch per il “Dipartimento per i lavori e le pensioni” del governo britannico. Si dice che il contratto con il procurato pubblico valga 2,5 milioni di sterline all’anno.

Avevamo parlato con il DWP per un certo numero di anni sulla nostra visione di come potremmo aiutare a usare la nostra tecnologia per contribuire a migliorare il loro servizio“, mi dice Monro. “L‘anno scorso hanno deciso di mettere in palio l’Universal Jobmatch. Essendo una startup con poca esperienza govtech, pensavamo di avere poche possibilità, ma con l’aiuto del team Public.io, abbiamo avuto una possibilità. C’erano un sacco di scartoffie e processi da attraversare, e siamo stati fortunati ad avere dei mentori fantastici per aiutarci a guidarci attraverso questi, ma siamo rimasti piacevolmente sorpresi di quanto fossero agili e aperti a cambiare il team di DWP “.