Un giorno saremo in grado di volare senza causare danni ambientali? Questa è la domanda che le due aziende Airbus e Boeing si stanno ponendo.

Una nuova era per gli arei di linea

Una manciata di ditte e regolatori sperano che la rivoluzione elettrica per le auto possa portare la rivoluzione anche fino ai cieli.
In questo modo l'industria verrà aiutata a far fronte al previsto boom di viaggi e ridurre le emissioni di gas serra.

Molte persone dicono che dobbiamo liberarci del trasporto aereo perché non saremo mai in grado di affrontare emissioni e rumore, ma questo è un approccio superato

Ha detto il ministro norvegese dei trasporti Ketil Solvik-Olsen, che ha recentemente ospitato una conferenza sull'aviazione a Oslo.

La Norvegia, il più grande produttore di petrolio e gas dell'Europa occidentale, è paradossalmente un pioniere nel settore del trasporto elettrico.
La nazione nordica punta a tutte le nuove immatricolazioni di veicoli a zero emissioni entro il 2025 e ha lanciato un primo traghetto elettrico all'inizio del 2015.

Dopo terra e acqua, il regno settentrionale si sta ora rivolgendo al cielo con l'obiettivo di elettrizzare tutti i voli a corto raggio in poco più di 20 anni.

"Nella mia mente, non vi sono dubbi: entro il 2040 la Norvegia opererà totalmente elettrica"

Ha dichiarato Dag Falk-Petersen, capo dell'operatore aeroportuale pubblico del paese, Avinor.

Quali sono le statistiche?

L'impatto del trasporto aereo sul riscaldamento globale è stimato intorno al 5% attraverso le emissioni di CO2 e altre sostanze, tra cui l'ossido di azoto e il vapore acqueo.
Il numero dei passeggeri aerei dovrebbe raddoppiare nel 2036 a 8,8 miliardi all'anno, secondo le proiezioni della IATA (International Air Transport Association).
L'impatto dell'aviazione è destinato ad aumentare in modo sostanziale se non viene fatto nulla.

Nel frattempo, il settore delle compagnie aeree intende ridurre le proprie emissioni di CO2 a metà del 2050 rispetto ai livelli del 2005. Mentre il gruppo ombrello internazionale Climate Action Network (CAN) afferma che questi obiettivi non sono realistici.
Alcune compagnie aeree stanno iniziando a considerare gli aerei a propulsione elettrica come una risposta.

La piccola compagnia aerea regionale Wideroe Airlines, che opera nell'estremo nord norvegese, prevede di rinnovare la sua flotta di aerei bimotore Bombardier Dash 8 con aerei elettrici entro il 2030.

Il Tesla dei cieli?

"I produttori di aerei devono farlo perché altrimenti ci sarà un nuovo Tesla che prenderà il loro posto"

Ha detto Falk-Petersen, riferendosi a come la nuova casa automobilistica statunitense ha scosso la tradizionale industria automobilistica. Entrambi i principali produttori di aerei passeggeri di grandi dimensioni, Airbus e Boeing, stanno esplorando la redditività degli aerei elettrici.

Airbus mira a sviluppare un modello ibrido chiamato E-Fan X, e ha collaborato con il produttore inglese di motori Rolls Royce e il gruppo industriale tedesco Siemens; il primo volo è previsto per il 2020.

"Una delle maggiori sfide è l'accumulo di elettricità"

Ha dichiarato a AFP Glenn Llewellyn, direttore generale per l'elettrificazione presso Airbus. Come per le automobili, le prestazioni delle batterie sono un elemento critico, con il problema che sono più pesanti del carburante e trasportarle in aria è la parte più intensa del volo.

Allo stesso tempo la tecnologia della batteria è probabilmente la tecnologia al mondo che ha il maggior investimento, quindi si evolverà.
I costi previsti operativi sono inferiori per gli aerei elettrici, questo fa sì che l'industria aerea altamente competitiva possa finire per adottarli rapidamente.
Airbus ha offerto diversi anni fa un velivolo aggiornato con il 15% di risparmio di carburante, e poiché il carburante per i jet è un costo importante per le compagnie aeree, ha rapidamente piazzato migliaia di ordini mentre cercavano di superare i rivali.

Quali sono i vantaggi?

Il passaggio all'elettricità potrebbe anche offrire un altro vantaggio: sono molto più silenziosi, nel senso che possono vincere le restrizioni imposte a causa del rumore vicino alle aree residenziali.
In combinazione con il fatto che gli aerei elettrici non hanno bisogno di piste così lunghe, potrebbero essere utilizzati in alcuni aeroporti più piccoli vicino ai centri città.
Avinor ha affermato che il passaggio all'elettricità aiuterebbe anche le compagnie aeree a evitare le eventuali sanzioni connesse ai cambiamenti climatici.
La Norvegia si considera un buon banco di prova per gli aerei elettrici.

 Ci sono un sacco di problemi da affrontare, con condizioni di ghiaccio, con forti venti, ma se possiamo farlo qui in Norvegia, sono certo che questo aereo aereo farà fronte a qualsiasi condizione in qualsiasi posto nel mondo.

Afferma Stein Nilsen, CEO di Widero.