Amagi LOGO

Amagi, una startup che cerca di ripensare il modo in cui le emittenti televisive forniscono i loro contenuti, ha debuttato negli Stati Uniti.
Come comune utente usufruitore di TV, potresti non notare alcun grosso problema con l’attuale infrastruttura di trasmissione, ma Amagi afferma l’utilizzo del satellite è costoso, dispendioso in termini di tempo e limita la capacità dell’emittente di personalizzare i propri contenuti in diverse aree geografiche.

Al contrario, la piattaforma Cloudport della startup utilizza l’infrastruttura cloud per fornire i contenuti. Ciò significa che quando le emittenti si espandono a livello globale, non hanno bisogno di alcun satellite o hardware locale. Consente inoltre di creare contenuti localizzati e offre un’unica dashboard in cui si possono monitorare tutti i diversi feed.
Dietro le quinte, Cloudport utilizza l’intelligenza artificiale per automatizzare parti del processo, come rilevare i frame neri. Inoltre, consente all’emittente di creare i propri canali di streaming su richiesta.

Nell’annuncio di lancio, il co-fondatore K.A. Srinivasan ha detto che i costi dei playout satellitari tradizionali sono “insostenibili”.

Questo modello offre anche prezzi alle emittenti di medie dimensioni e ai proprietari di contenuti che vogliono lanciare i propri canali“, ha affermato Srinivasan. Per navigare nell’ambiente, le emittenti e i proprietari di contenuti devono sfruttare la tecnologia cloud per rimanere competitivi.”

Per essere chiari, Amagi offre anche la trasmissione satellitare e basata sulla fibra, sebbene enfatizzi la piattaforma cloud. Combina anche approcci diversi, ad esempio utilizzando una strategia ibrida per aiutare Dim Sum TV a fornire feed regionalizzati in tutto il Sud-Est asiatico. Amagi aveva originariamente sede a Bangalore, ma attualmente ha sede a New York e anche un ufficio a Los Angeles.