Amazon, si sa, non è solo un sito di e-commerce, ma comprende una varietà di hardware proprietario; hardware che sembra pronto ad aumentare, dato che la società sta apparentemente lavorato ad un robot casalingo con il nome in codice "Vesta".

Tale scoop arriva da Bloomberg, che riferisce come il gigante del retail online preveda di iniziare a provare il dispositivo nelle case dei dipendenti già da quest'anno, con l'idea di lanciarlo ai consumatori già nel 2019.

Il progetto è apparentemente in lavorazione da un certo numero di anni, ma le cose stanno finalmente iniziando a decollare, dato che la società ha iniziato a registrare marchi legati al mondo della robotica, con titoli come "Robotics Software Engineer" e "Robotica". Su cosa faccia precisamente un simile robot, Amazon naturalmente non ha rilasciato dichiarazioni.

Il mercato interno è stato difficile da decifrare per l'industria della robotica, un'impresa mai realizzata da nessun dispositivo, oltre ai prodotti come il Roomba ed ai robot di pulizia derivati. Un certo numero di assistenti robot sono cresciuti nel corso degli anni, aggiungendo essenzialmente una categoria di altoparlanti intelligenti.

Sicuramente la funzionalità di Alexa è un dato di fatto per qualsiasi cosa su cui Amazon potrebbe stare lavorando, basti pensare che anche il Roomba ha aggiunto determinate caratteristiche a livello di intelligenza artificiale nell'ultimo anno.

Jeff Bezos SpotMini
Il miliardario proprietario di Amazon, Jeff Bezos, in giro in compagnia del suo nuovo amico, il cane robotico SpotMini

Un gigante come Amazon è necessario per spingere il settore della robotica

Altre società, come la spin-off Misty Robotics di Sphero, sperano di portare sul mercato funzionalità più avanzate, sebbene si siano date una aspettativa di circa 10 anni prima di portare progressi tangibili sul mercato. E mentre l'industria appare ottimista riguardo al futuro dei robot in casa, potrebbe davvero volerci un gigante tecnologico come Amazon per dare una reale svolta alle cose, come ha fatto qualche anno fa con Echo.

Jeff Bezos, ovviamente, è un noto amico dei robot. È stato visto in giro per la città con esemplari di SpotMini di recente, ma già prima di allora la società aveva acquisito Kiva Systems per formare quella che è oggi, di fatto, Amazon Robotics. Quel reparto, tuttavia, si è concentrato principalmente sul pieno rispetto dei requisiti delle spedizioni e della logistica di Amazon con i robot di magazzino industriali.

Vesta, d'altra parte, si dice che sia il prodotto di Lab126, il centro di ricerca e sviluppo di Amazon meno noto ai più, che ha dato al mondo prodotti come l'Echo e tutta la serie di dispositivi Fire.