amazon

Alcuni dipendenti Amazon in Europa hanno abbandonato il proprio lavoro lunedì, lasciando l'azienda in seri problemi durante il primo giorno del Prime Day.

Circa 1.800 lavoratori in Spagna hanno indetto uno sciopero, secondo il Washington Post, e si prevede che si uniranno alla protesta nei giorni successivi anche alcuni dipendenti in Germania e Polonia. Secondo quanto riferito, i lavoratori dei magazzini di smistamento lamentano cattive condizioni di lavoro, salari bassi e cattive condizioni di salute.

Verdi, un'unione del settore dei servizi, ha fatto sapere che la protesta è dovuta ad un forte stato di stress fisico e mentale, nonché di altri problemi di salute. Il sindacato accusa ad Amazon di far compiere ai propri dipendenti compiti monotoni e di coprire km di file di magazzino per andare a recuperare gli oggetti ordinati dai clienti. Amazon si è rifiutata di avviare eventuali trattative con i sindacati. Stefanie Nutzenberger, rappresentante sindacale, in un comunicato ha sottolineato il fatto che la multinazionale si sta arricchendo risparmiando denaro sulla salute dei suoi lavoratori.

I lavoratori spagnoli stanno facendo uno sciopero di tre giorni, mentre i lavoratori polacchi attueranno un rallentamento del lavoro, noto come "work-to-rule", secondo la Reuters. Lo sciopero tedesco avverrà in sei strutture.