18app

La seconda edizione del bonus cultura, o 18app, sta giungendo a scadenza: i neo-diciottenni, infatti, hanno tempo fino al 30 giugno 2019 per effettuare la procedura che gli permetterà di accedere al bonus. Per chi non lo conoscesse, stiamo parlando di un'iniziativa che il governo porta avanti da ormai tre anni e che consiste in un ticket virtuale dal valore di 500 euro che lo stato regala a tutti i nuovi maggiorenni, con l'obbligo di spenderli in beni culturali quali libri, cinema, teatro, musica e concerti, ingressi ai musei.

Ottenere il bonus è facile: è necessario prima di tutto ottenere un profilo SPID, l'identità digitale riconosciuta dalla Pubblica Amministrazione. Aruba, Infocert, Poste Italiane, Register, Sielte, Tim, Namirial, Intesa e Lepida sono i provider attraverso i quali è possibile iniziare l'iter per l'accesso alla SPID, e il servizio offerto dalle Poste in particolare è totalmente gratuito. Per completare il processo, sarà necessario identificarsi recandosi in un ufficio del provider scelto o – per alcune compagnie – via webcam.

Una volta fatti questi passaggi, sarà sufficiente entrare nel sito ufficiale e usare le credenziali SPID per effettuare il primo accesso a 18app: a quel punto si riceverà una mail di conferma dal provider, dalla quale bisognerà completare la procedura di registrazione a 18app. Completati tutti i passaggi, non resta che creare il primo buono ed iniziare a usufruire del bonus.

18app

Ai ragazzi nati nel 2000 restano poco più di due settimane per attivare 18app, e hanno tempo fino al 31 dicembre 2019 per spendere i 500 euro. Buone notizie anche per i nati nel 2001: la Legge di Bilancio recentemente approvata ha confermato lo stanziamento dei fondi per il bonus anche per l'anno a venire, anche se vincolati a nuovi criteri per l'assegnazione come vi avevamo spiegato in un nostro editoriale.

Usufruite della 18app o conoscete qualcuno che la utilizza? Fatecelo sapere nei commenti o sulle nostre pagine social!