AOC C3583FQ: monitor curvo da 160 Hz – Recensione

Recensione di un bellissimo monitor inviatoci da AOC: parliamo di C3583FQ, con un display curvo da 35", un aspect ratio di 21:9, 160 Hz e Adaptive Sync. Il design è moderno e accattivante.

1. Introduzione

Dopo la recensione del Philips Brillance 24P16, abbiamo il piacere di provare un prodotto di AOC, azienda statunitense-taiwanese, nota per essere uno dei maggiori fornitori di TV Monitor LCD e LED. Il prodotto è un top di gamma della linea AOC Gaming, dedicata ai videogiocatori.

In particolare, parliamo del modello AOC C3583FQ. Si tratta di un monitor da 35" (83 cm) curvo, con un rapporto d'aspetto di 21:9. Il pannello è di tipo AMVA3, con una risoluzione di 2560×1080.

Non manca l'Adaptive Sync, che elimina il fastidioso fenomeno del tearing e assicura una fluidità senza precedenti, grazie al refresh rate di 160 Hz (scalabile a 144 e 60 Hz).

Di seguito le caratteristiche tecniche del prodotto:

Tipo pannello AMVA3 Curvo
Produttore pannello  Au Optronics
Retroilluminazione Si, con sistema W-LED
Dimensioni pannello 35"/83 cm
Rapporto d'immagine 21:9
Risoluzione massima 2560×1080 pixel
Frequenza di aggiornamento 160 Hz (variabile)
Luminosità 300 cd/m2
Angolo di visione 178°/178°
Colori Display 16,7 M (8-bit subpixel)
Tempo di risposta 4 ms GTG
Dimensioni 84,46 x 45,8 x 21,36 cm
Peso 11,6 Kg
Assorbimento 60W
Connettività  1x Alimentazione, 1x Jack 3.5 mm, 1x VGA, 1x DVI, 2x HDMI/MHL, 2x Display Port

2. Packaging e Unboxing

Il prodotto ci viene presentato in una confezione bianca e nera, molto bella, dove troviamo in primo piano l'immagine del monitor, il modello e la dimensione in basso a destra; a sinistra troviamo il logo AOC e le caratteristiche salienti del monitor.

Una volta aperta la confezione notiamo subito un ottimo imballaggio da parte di AOC: dopo aver rimosso tutte le protezioni di polistirolo, troviamo subito l'imponente monitor, coperto da una busta protettiva.

Una volta aperta la scatola, possiamo trovare i numerosi accessori contenuti in essa:

  • L'alimentatore;
  • Un cavo di tipo VGA;
  • Un cavo DisplayPort di ultima generazione;
  • Un cavo HDMI;
  • Una bustina contenente un CD;
  • Il cavo jack 3.5 mm per gli speaker integrati;
  • Un panno in microfibra per pulire il monitor.

3. Estetica e caratteristiche dell'AOC C3583FQ

Una delle migliori caratteristiche e punto di forza di questo prodotto è il suo imponente e particolare display di tipo curvo/panoramico assolutamente stupefacente: una peculiarità che lo rende ottimo per la visione di film, immagini, video e videogiochi.

Armonicamente, l'AOC C3583FQ mantiene tutti i dettagli estetici tipici dei monitor AOC, come il grosso logo argentato al centro e i bordi squadrati, il tutto è arricchito da un design minimale e moderno, senza troppi fronzoli.

Sui lati e sul retro del monitor notiamo una cornice color argento di bell'effetto, che contrasta il nero opaco del frontale e posteriore, e gli speaker audio da 5 Watt, disposti dietro.

Il tronco si presenta, anch'esso di color argento, con una forma ad arco dove possiamo solamente regolare l'inclinazione, ma non ruotarlo né alzarlo. Il piedistallo è fissato al tronco del monitor, ed è di colore nero opaco con una livrea color argento sul davanti, dove sono disposti i pulsanti soft-touch e il led di sistema.


Tutte le uscite sono disposte dietro al piedistallo, una scelta comoda da parte di AOC che permette di collegare i cavi con la massima semplicità e rapidità. Tra le uscite presenti troviamo quella di alimentazione, il jack 3.5 mm, una VGA e una DVI, due HDMI/MHL e due DisplayPort, conformi al più recente standard.

AOC C3583FQ Posteriore

4. Adaptive Sync e refresh variabile fino a 160 Hz

Come è stato descritto prima, il monitor C3583FQ ha il pieno supporto per l'Adaptive Sync/FreeSync e raggiunge un refresh rate di ben 160 Hz. Ma andiamo nel dettaglio:
l'Adaptive Sync è, di per sé, simile al FreeSync di AMD con la differenza che l'AdaptiveSync è un aggiunta da parte di VESA, al protocollo DisplayPort.

Praticamente funziona sbloccando una funzione "nascosta" del DisplayPort che comunica con il display, facendogli ignorare tutti gli attributi "mainstream", e quindi garantendo un refresh rate variabile.

Questa funzione permette al display di poter supportare diversi refresh rate selezionabili dall'utente: in questo caso abbiamo degli step a 60, 144 e 160 Hz, facilmente regolabili da Windows.

La funzione principale di questa tecnologia è la rimozione del tearing/ghosting, per migliorare il tempo di risposta, in modo da garantire un risultato simile a quello presente sui monitor CRT (Nei CRT il tempo di risposta è inferiore a 1 ms e il refresh rate è variabile).

5. Display e Testing

L'AOC C3583FQ monta un pannello con tecnologia AMVA3 (Advanced-Multi-Domain-Vertical-Allignment 3) prodotto da AU Optronics. Rispetto ai pannelli IPS dei monitor che abbiamo precedentemente recensito, questo è un perfetto mix tra la reattività dei pannelli TN, e la riproduzione dei colori degli IPS.

Questo tipo di pannello ha ottimi angoli di visione, buona riproduzione e fedeltà dei colori, buon contrasto e buona reattività; il problema è che non primeggia in nessuno dei campi sopra elencati. Quindi è consigliato principalmente per un uso polivalente.

La pecca principale di questo display è la sua densità di pixel, alquanto bassa per una diagonale simile, ovvero di 79,9 PPI; bisogna però dire che, durante l'uso quotidiano, non si nota così tanto. Grazie all'Adaptive-Sync e al refresh rate di 160 Hz, riesce a colmare questa pecca.

È infatti il refresh rate, di 160 Hz, fa la differenza. Si nota nell'uso di tutti i giorni, specialmente per quanto riguarda il gaming, se vengono superati i 60 fps, si nota una fluidità maggiore, che dà sicuramente molti vantaggi, oltre ad essere più gradevole per gli occhi.

Passiamo al testing: per il test abbiamo usato il sito Lagom, che offre una vasta gamma di possibili test. Di seguito la galleria con i test di Lagom:

6. OSD dell'AOC C3583FQ

Passando all'OSD, troviamo diverse schede, dove possiamo regolare i parametri del monitor, dalla regolazione dell'immagine alle impostazioni più avanzate:

PANORAMICA RECENSIONE
Estetica
8
Qualità costruttiva
8
Materiali
7.5
Display
8.5
Funzionalità e OSD
7.5
Rendering colori
8
Articolo precedenteForza Horizon 3: tutto quello che c'è da sapere
Articolo successivoPlayStation Plus: i giochi gratuiti di Ottobre
Di carattere loquace e colto dal mondo dell'informatica e videogiochi ho coltivato queste passioni per oltre dieci anni, dove successivamente mi sono appassionato anche al mondo automobilistico e della telefonia con l'obbiettivo di diffondere le mie conoscenze acquisite e di approfondirne altrettante nuove.