Pop Up Archive LOGO
Apple ha svolto un ruolo centrale nei podcast sin dai suoi primi giorni, anche il termine è stato preso in prestito dal suo grande prodotto hardware del momento. Tuttavia, la quota di mercato della società sembra essersi indebolita, in quanto competitor come Google e Spotify sono entrati nel mercato, ed è evidente nella variazione percentuale dal 70% dei download di podcast nel 2015 al 55% nel 2017.
Non sono ancora dati pessimi, ma più podcast diventano legittimati attraverso i grandi nomi come Serial, più la compagnia dovrà battere la concorrenza. Alla luce di tutto ciò, Apple potrebbe benissimo piantare la sua bandiera sulla sabbia. Stamattina, la newsletter di Hot Pod ha riferito che la società avrebbe acquisito una piccola startup basata sulla Bay Area chiamata Pop Up Archive, in quello che sembra essere uno sforzo per costruire i propri strumenti di podcasting interni.

Per quanto riguarda i piani, mantenere l’archivio Pop Up operativo così com’è non sembra essere nella lista. La startup ha improvvisamente chiuso il negozio lo scorso mese, un giorno dopo aver postato un messaggio su Twitter chiedendo agli utenti di scaricare tutti i loro contenuti prima di allora.
 Probabilmente non hai sentito parlare della compagnia, a meno che non sia un mondo che segui da vicino. Il Pop Up Archive è stato fondato nel 2012 e da allora è rimasto piuttosto nascosto. L’abbiamo colto per la prima volta nel 2014, quando apparve al 500 Demo Day Startups.