shazam, apple, app, economia, social, musica
Basta un tap, e conosceremo il titolo della canzone che stiamo ascoltando. È così che funziona Shazam.

Ci siamo quasi: Apple sta per comprare Shazam. L’azienda di Cupertino sta firmando infatti un accordo che renderà l’app di riconoscimento di canzoni una tra le funzionalità di default dei propri iPhone. La fonte della notizia è il seguente articolo di TechCrunch, ma la cosa non è stata ancora né ufficializzata né smentita.

La trattativa

Il tutto dovrebbe avvenire questo lunedì, e si parla di un’offerta di 400 milioni di dollari da parte di Apple, anche se Shazam è stata valutata recentemente un miliardo della stessa valuta. Ricordiamo che Shazam ha sede a Londra e può vantarsi di avere un archivio di 11 milioni di “impronte musicali” che sfrutta per riconoscere i brani.

Nell’ultimo anno l’app in questione ha racimolato ben 50 milioni di dollari, e dalla sua pubblicazione sull’App Store (avvenuta nel lontano 2009) ha contato più di un miliardo di download.

Non un acquisto qualsiasi, bensì un piano di mercato

Da qui l’interesse di Apple, che ha intenzione di acquistare un marchio, più che la tecnologia che c’è dietro. Parliamoci chiaro: all’azienda californiana non costerebbe niente sviluppare un’app di sistema simile ed altrettanto efficiente, ma Shazam è ormai diventata un simbolo nel settore.

Secondo Business Insiders USA le ragioni che spingerebbero Apple verso questa mossa sarebbero altre. Si parla infatti di una corsa al progresso spietata, nella quale Apple sta perdendo colpi lentamente, e di cui Google e Samsung la fanno da padrone.

Le ipotesi sono molte, e fino a lunedì non sapremo nemmeno se questo accordo esiste effettivamente, quindi per il momento non ci resta che aspettare notizie dalle aziende.

E voi, pubblico di BreakingTech, cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento!