Apple iOS

Ci sono voluti un paio di anni, ma Apple ha iniziato a rimborsare i benefici fiscali illegali al governo irlandese. La società ha pagato $ 1,77 miliardi (€ 1,5 miliardi) in un conto di deposito a garanzia destinato a contenere la sanzione. Apple deve pagare in totale $ 15 miliardi (€ 13 miliardi).
Nell'agosto 2016, la Commissione europea ha dichiarato che Apple ha beneficiato di benefici fiscali illegali in Irlanda dal 2003 al 2014. Secondo la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, l'azienda di Cupertino è riuscita a ridurre l'effettiva aliquota dell'imposta sulle società grazie a una doppia struttura irlandese.

Creando due diverse sussidiarie irlandesi e assegnando il profitto alla sussidiaria giusta, puoi finire per pagare l'imposta sulle società a una frazione del tuo profitto effettivo. Ovviamente Apple non era l'unica azienda tecnologica ad aver ottimizzato la propria struttura fiscale, e la società ha anche affermato che tutto era legale.
Il governo irlandese ha cercato di appellarsi alla decisione, ma la decisione è rimasta intatta e l'Irlanda ha dovuto recuperare 13 miliardi di euro a partire da gennaio 2017.

Ad un certo punto, Vestager si arrabbiò di nuovo e indirizzò il caso alla Corte di giustizia europea. Questa volta, Vestager non stava attaccando Apple, ma l'Irlanda.
Sembra che il caso sia chiuso ora e Apple ripagherà lentamente la multa nel tempo. Sfortunatamente, la multa è ora più costosa di prima perché il dollaro USA è in calo da un paio d'anni. Apple ha centinaia di miliardi in contanti, e una parte significativa è all'estero.
I governi europei hanno esercitato pressioni per porre fine alla Double Irish nel 2014 e Apple ha trasferito parte della sua liquidità internazionale nella piccola isola di Jersey nello stesso periodo.

I governi europei stanno attualmente discutendo una riforma fiscale per tassare le grandi società tecnologiche basata sulle entrate effettive in ogni paese europeo. In questo modo, le aziende tecnologiche non sarebbero in grado di generare profitti in un solo paese con un'aliquota fiscale aziendale più bassa.