Settembre. Come può mancare il classico keynote della mela morsicata? Al Bill Graham Civic Auditorium di San Francisco, con l’Apple Event September 2015, l’azienda californiana ha mostrato tutte le sue novità.

Solitamente Apple, in questo periodo dell’anno, tiene un keynote per presentare le ultime versioni dei suoi device (le versioni “S” degli iPhone, ad esempio  n.d.r) e altri aggiornamenti. Stavolta però, Apple ha orgogliosamente portato qualcosa in più. Scopriamoli con ordine.

Aggiornamento a WatchOS 2iPhone 6 Apple Watch

Bilanci

Come da tradizione, l’evento apre con alcuni dati
riguardanti l’ultimo anno: Stando alle parole di Tim Cook, il totale degli acquirenti soddisfatti di Apple Watch ammonta a ben il 97%.

Jeff Williams ci ricorda della nuova versione del sistema operativo di Apple Watch, di cui si era già parlato alla WWDC 2015. Jeff informa che più di 10’000 sono già le app compatibili con l’Apple Watch, a distanza di pochi mesi.Apple Watch

Nuove app native

Oltre a Transit nelle mappe, si è parlato dell’arrivo molte altre app per Watch, fra cui:

  • Facebook Messenger, che già tutti conosciamo;
  • iTranslate, che permette di tradurre fra ben 90 lingue semplicemente parlando allo smartwatch;
  • GoPro, che permette di usare il proprio polso per controllare la famosa Action Cam e sfruttare il Watch come un Viewfinder (ossia un mirino);
  • AirStrip, che consente ai dottori di controllare lo stato di salute e informazioni vitali di un paziente da remoto, inoltre i medici potranno sempre consultare gli appuntamenti e ricevere alert dai colleghi. Lo smartwatch è capace addiritura di differenziare fra il battito cardiaco di una donna incinta e quello del suo bambino, grazie a Sense4Baby.

WatchOS 2 sarà disponibile dal 16 Settembre.

Più scelta per Apple Watch

Nuovi cinturini di lusso e nuove colorazioni

HermèsApple ha iniziato a collaborare con Hermès, un’azienda di moda e accessori di lusso situata in Francia. Grazie a questa partnership, verrà prodotta una nuova collezione di cinturini in pelle per l’Apple Watch. Saranno disponibili da Ottobre nei negozi selezionati.
Non è tutto, il vice di Apple ha infatti annunciato la disponibilità di due nuove colorazioni per lo smartwatch della mela: gold e rose gold, entrambi con lo chassis in alluminio anodizzato e il cinturino in due nuovi colori. Il prezzo rimane invariato da quello della linea Sport e sono disponibili già da oggi anche in Italia.

 

Anche la serie Watch in acciaio inossidable ha subito un aggiornamento. Jeff ha introdotto 4 nuovi modelli: Visto il successo del modello con lo chassis nero siderale, è stata aggiunta una versione con un cinturino in fluoroelastomero di colore anch’esso nero siderale. Sono stati aggiunti anche due nuovi modelli con cinturino “Classic”, uno in color cuoio e uno nero. Tutti disponibili sia con cassa da 38 che da 42mm.

Apple Watch Nuovi Colori

È stato tra l’altro aggiunto il modello (PRODUCT)RED con Cinturino Apple Watch Product RedSport (in fluoroelastomero) in colore rosso. Ricordiamo che acquistando un device (PRODUCT)RED, Apple devolverà parte del ricavato al Fondo Globale per la lotta all’AIDS in Africa.

Più cinturini per tutti

Una caratteristica molto apprezzata dagli utenti Apple Watch è la possibilità di cambiare il cinturino con estrema facilità. Per questo Apple ha introdotto molte nuove colorazioni per il Cinturino Sport.

iPad Pro

Apple iPad Pro– l’iPad è la più chiara espressione della nostra visione del futuro del personal computing, – presenta Tim Cook: “in 5 anni ha trasformato il modo in cui creiamo, il modo in cui impariamo e il modo in cui lavoriamo. […] Oggi abbiamo la più grande novità in fatto di iPad, da quando c’è l’iPad”.

È così che Tim introduce l’iPad Pro: Un potentissimo tablet da 12.9″ e 2732×2048 pixel (più risoluto di un MacBook Pro Retina 15″). La larghezza dell’iPad Pro è pari all’altezza di un iPad Air. Il display è dotato della capacità di variare la propria frequenza di aggiornamento, per risparmiare energia.

Grazie alle funzionalità multitasking di iOS 9, è possibile utilizzare l’iPad Pro in orizzontale, tenendo aperta un’app per iPad Air come se quest’ultimo fosse in verticale, e avere ancora spazio sullo schermo per svolgere altre attività.

Caratteristiche tecniche e prestazioni

Apple iPad ProÈ equipaggiato con il nuovissimo Chip Apple A9X, Phil Schiller afferma che è ben 1.8 volte (80%) più veloce di A8X; questa è quella che viene definita una CPU “classe Desktop”. Sulla dimensione della RAM Apple non si è esposta ufficialmente, ma sembra che Adobe abbia confermato essere di ben 4GB, naturalmente è ancora da verificare.
Apple iPad Pro GamingCon tutta la potenza di iPad Pro, sarebbe possibile editare ben 3 flussi di filmati in 4K simultaneamente usando la app iMovie.

Phil ha anche mostrato Autodesk AutoCAD 360 in esecuzione, con un progetto da ben 320’000 maglie poligonali. Con iPad Pro, è possibile spostarsi e fare zoom nel progetto mantenendo i 60FPS.

Audio

Apple iPad Pro AudioApple è riconosciuta per l’ottimo reparto audio di cui sono dotati tutti i suoi device. Dunque, hanno ben pensato che l’ottimo display di iPad Pro meritasse un altrettanto ottimo sistema audio. Il risultato? Questo iPad è munito non di uno, non di due, ma di ben 4 altoparlanti, uno per ogni angolo. Appoggiandosi al giroscopio, il dispositivo è in grado di bilanciare i canali a destra/sinistra e le frequenze nella parte alta o bassa in base a come il tablet viene orientato e ruotato. È capace di riprodurre suoni ad un volume addirittura 3 volte superiore a quello di iPad Air 2 (senza sacrificare la qualità, ovviamente).

Autonomia e costruzione

iPad Pro SpessoreIn tutto questo, Apple promette 10 ore di autonomia della batteria, nonostante il profilo sottilissimo e il peso ridotto. L’iPad Pro è spesso solo 0.8 millimetri in più rispetto ad iPad Air (6.1mm – 6.9mm), e conta circa 712 grammi (basti pensare il primo iPad ne pesava 700).

Possiamo solo confrontarlo con un Microsoft Surface Pro 3: 12″ 2160×1440 pixel, 9.1 millimetri di spessore e 800 grammi di peso. Sarebbe legittimo un confronto con l’imminente Surface Pro 4, ma tutto ciò che abbiamo di quest’ultimo sono semplici indiscrezioni.

Prezzi e disponibilità

iPad Pro sarà disponibile da novembre.
799$ 32GB – 949$ 64GB – 1079$ 128GB

Stilo e Tastiera per iPad Pro

In concomitanza con iPad Pro, Apple è stata fiera di presentare due nuovi accessori dedicatigli: Una tastiera e una penna: Vediamoli nel dettaglio.

Smart Keyboard

La tastiera si presenta come una cover ripiegata su sé stessa: Se aperta, è pensata in modo da reggere il tablet in posizione sollevata (l’angolatura comune dei notebook) e appoggiare la tastiera di dimensioni contenute davanti all’iPad. È attrezzata con switch prodotti da Apple stessa e usati anche sui MacBook.

 iPad Pro Apple Smart Keyboard

Per interfacciare la tastiera con l’iPad Pro, questo è stato dotato di un nuovo connettore posto a lato: Si chiama Smart Connector e si presenta con tre piccoli cerchi. È capace di trasportare energia e dati. Per collegare la tastiera all’iPad, basta far scorrere il tablet sopra al connettore, dunque il software si adatterà automaticamente alla presenza di una tastiera fisica e non mostrerà quella a schermo.

Apple Pencil

In passato, gli utenti iPad sono stati in grado di utilizzare le proprie dita per creare capolavori. Con iPad Pro, per via di tutti gli ambiti nei quali potrà essere sfruttato, sarà necessario un grado di precisione ben superiore, rispetto a ciò a cui siamo abituati.

 iPad Pro Apple Pencil

È per questo che Apple ha progettato Pencil. Come ci spiega Jonathan Ive, Apple Pencil è una penna, pensata per e con iPad Pro il display di questo infatti è studiato appositamente per la massima precisione utilizzando sia dita che Apple Pencil, anche in contemporanea.

Pencil è dotata di sensori per rilevare anche la pressione e l’inclinazione date alla penna. Per ricaricarla, basta rimuovere il tappo superiore e si presenterà un connettore lightning, che andrà a collegarsi all’entrata dell’iPad Pro, sfruttando la capiente batteria del tablet (trovata intelligente quella della ricarica, seppure Apple non abbia pensato a un posto in cui tenere la penna, perciò dovremo trasportarla nelle nostre tasche o borse – n.d.r).

iPad Pro Apple Pencil

Con iOS 9, inoltre, è possibile usare Pencil in molte delle app native, come ad esempio la app Note o Posta, permettendoci di fare piccoli schizzi nei nostri appunti o nelle e-mail che inviamo. Con la funzionalità “Markup” (crediamo verrà tradotta con “Evidenzia”) è possibile disegnare ed evidenziare negli allegati che riceviamo via mail.

Prezzi e disponibilità

Apple Pencil e Smart Keyboard saranno, come iPad Pro, disponibili a partire da novembre.
99$ Apple Pencil – 169$ Smart Keyboard

Microsoft, Adobe e 3D4Medical all’evento Apple

Inaspettatamente, Phil Schiller, parlando di produttività, menziona Microsoft: “Chi conosce la produttività meglio di Microsoft? – Yeah. Questi ragazzi conoscono la produttività.”

A questo punto, Kirk Koenigsbauer, Vice Presidente del team che si occupa delle applicazioni Microsoft Office, ci parla di tutte le novità riguardanti la suite Microsoft Office per iPad. L’ aggiornamento si incentra molto su Multitasking e supporto ad Apple Pencil, non andremo ad analizzarli nel dettaglio.

Così come Microsoft si intende di produttività, Adobe è sicuramente la compagnia che conosce il flusso di lavoro creativo meglio di tutti. È da ormai diversi anni che Adobe ed Apple collaborano, soprattutto per quanto riguarda le applicazioni desktop. La software house di grafica digitale si è impegnata molto anche nel settore mobile, soprattutto negli ultimi tempo (eravate al corrente dell’esistenza di Adobe Ink & Slide?)

Eric Snowden, Direttore del Mobile Design ad Adobe, ha mostrato una demo di Adobe Comp CC, Photoshop Sketch e Photoshop Fix. Grazie a CreativeSync, le app possono interagire fra loro: Questo ci permette, ad esempio di ritoccare “al volo” un ritratto precedentemente importato su Adobe Comp CC utilizzando Photoshop Fix, oppure copiare negli appunti un disegno da Photoshop Sketch e incollarlo su Comp. Tutto questo sfruttando le capacità Multitasking di iPad Pro e iOS 9.

iPad Pro ha trovato applicazione anche nel campo della medicina, grazie a Complete Anatomy, applicazione di 3D4Medical, destinata a medici che necessitano di visualizzare ogni parte del corpo umano nel dettaglio, con estrema accuratezza, permettendo di animare le singole parti e ricreare traumi. È presente il supporto ad Apple Pencil.

Apple TV – Il futuro della televisione

La nuova Apple TV basa l’intera esperienza d’uso sulle app. Il nuovo telecomando Siri Remote integra un microfono, per cui usando la nostra voce possiamo scegliere di avviare show, film e app.

Apple TV Remote

È dotata di un Chip Apple A8 e grazie al Siri Remote possiamo navigare nell’interfaccia intuitiva di tvOS, il sistema operativo della Apple TV, basato su iOS. Gli sviluppatori iOS potranno creare nuove app e giochi (o adattare quelle già esistenti) da rilasciare sull’Apple TV App Store.

Apple TV“C’è stata molta innovazione nel campo dell’intrattenimento e della programmazione attraverso le applicazioni iOS. Vogliamo portare lo stesso entusiasmo nella televisione.” ha detto Eddy Cue, Senior VP del reparto Software per Internet e Servizi di Apple. “Le applicazioni rendono l’esperienza TV ancora più interessante per gli spettatori, noi pensiamo che le applicazioni rappresentino il futuro della TV.”

Il telecomando Siri Remote è caratterizzato da una sensibilissima superficie touch in vetro, che sostituisce le classiche “freccette”. Dispone, poi, di un accelerometro e giroscopio, che gli sviluppatori saranno liberi di sfruttare a loro vantaggio (in Asphalt 8, ad esempio, l’auto sterza con l’inclinazione del telecomando). Apple TV, con tvOS, integra anche Metal e Game Center, per garantire la migliore esperienza di gioco possibile.

Apple TVCon Siri, si possono scegliere film in base a titolo, genere, cast, crew, valutazione o popolarità, ad esempio chiedendo: “Fammi vedere un film drammatico degli anni ’90“. Apple TV eseguirà una ricerca attraverso non solo iTunes, ma anche app popolari come Netflix, HBO, Hulu e Showtime (in Italia non sono disponibili, come ben sappiamo). Siri integra il supporto al playback, quindi ci basta chiedere “Non ho capito cosa ha detto” ed il contenuto che stiamo visualizzando tornerà indietro ripetendo l’ultima frase pronunciata. Possiamo anche chiedere informazioni su Meteo, Sport e Borsa.

Prezzo e disponibilità

La nuova Apple TV sarà disponibile dalla fine di ottobre.
$149 32GB – $199 64GB

iPhone 6S e 6S Plus

Bilanci

Apple iPhone 6S ColoriVeniamo ora al pezzo forte. Tim Cook presenta iPhone 6S partendo da un altro classicissimo bilancio: Rispetto all’anno precedente, la crescita del mercato degli iPhone è stata di un sostanzioso 35%, in confronto al 10% del resto dell’industria. In Cina, invece, la crescita subita da iPhone è pari ad un sorprendente 75%, contro -4% della concorrenza.

iPhone 6 e iPhone 6 Plus sono stati due device davvero formidabili: iPhone 6 è l’iPhone più popolare mai esistito, così come tutti gli iPhone, sono i telefoni più popolari al mondo. Gli iPhone sono, fra le altre cose, i telefoni più amati al mondo, tanto da millantare un indice di soddisfazione eccezionalmente superiore a qualsiasi altro telefono sul mercato.

 

Apple iPhone 6S Rose GoldNuovo materiale e nuovo colore

iPhone 6S, pur essendo esteticamente identico al predecessore, è creato con una nuova lega di alluminio serie 7000, che rende il telefono decisamente più resistente. Questo per prevenire fenomeni come quello del Bend-gate. È stata anche introdotta una nuova colorazione: la variante rose gold.

3D Touch

3D Touch è una nuova tecnologia, introdotta in iPhone 6S e 6S Plus, piuttosto simile al Force Touch. Ma attenzione, le due tecnologie non sono uguali: A differenza del Force Touch, 3D Touch non distingue solo fra “tocco” e “pressione”, ma è molto più sensibile, essendo capace di reagire più prontamente, in base a diversi livelli di forza imposti.

Apple iPhone 6S 3D Touch

Questo porta due nuove gesture oltre a Tap e Swipe: Peek e Pop. Peek indica una pressione leggera, mentre Pop sta a una pressione più forte. Basta premere leggermente (Peek) per dare una “sbirciata” a una foto, e-mail, pagina web o qualsiasi altro contenuto, invece premendo più forte (Pop) si accede al contenuto vero e proprio.

Come se non bastasse, Apple ha equipaggiato iPhone 6S con il Taptic Engine: Un nuovo sistema, separato dalla più potente vibrazione, che restituisce un lievissimo feedback, di forza pari ad ogni nostro Peek e Pop.

Fotocamera migliorata

iPhone 6S e 6S Plus vantano una fotocamera da 12Mpx, dopo anni di lamentele da parte di utenti e non, riguardo ai “soli” 8 Megapixel delle precedenti versioni (seppure sia vero che, nonostante la risoluzione sotto la media, è stata ed è ancora la migliore fotocamera sul mercato). Il nuovo sensore è in grado di registrare video in risoluzione 4K, 3840 x 2160 pixel.

La nuova fotocamera porta con sé anche una nuova funzione: Live Photos, simile (ma non uguale) a funzioni già presenti da diverso tempo in alcuni smartphone come Nokia Lumia e HTC. Scattando una “Live Photo”, iPhone non solo salverà l’istante dello scatto, ma creeà una breve animazione con i fotogrammi degli istanti precedenti e successivi, senza alcuna perdita di qualità.

Anche la fotocamera anteriore è stata aggiornata. Oltre ad essere un’intera nuova fotocamera, grazie alla funzionalità Retina Flash, un circuito è in grado di aumentare fino a 3 volte la luminosità del display, sfruttandolo come flash anteriore, per autoscatti brillanti anche in condizioni di scarsa luce.

Caratteristiche tecniche e prestazioni

iPhone 6S e 6S Plus sono provvisti dell’ultimo chip Apple A9, la terza generazione di chip a 64-bit, con processo produttivo a 14nm. Apple sottolinea che la CPU, rispetto al precedente A8, è il 70% più veloce, mentre la GPU può vantare performance del 90% superiori rispetto al predecessore.

Tutto ciò è accompagnato da un grande miglioramento in efficienza, il che si traduce in un’autonomia molto più che sufficiente (stando a quanto dichiara Apple), nonostante la batteria dalla capacità ridotta, che ha causato non poche polemiche.

Il coprocessore M9, in questa versione, non è più separato, ma è integrato nella CPU. Una novità portata da M9 è la caratteristica di essere “always-on“, ovvero sempre acceso e all’ascolto, così da poter richiamare Siri in qualsiasi momento, pronunciando “Hey Siri”. Ultima piccola novità di iPhone 6S è una nuova generazione di Touch ID, ancora più preciso.

Purtroppo non abbiamo dati tecnici specifici riguardo al chip (Frequenza, Core, GPU… etc), ma provvederemo ad aggiornarvi non appena più informazioni verranno rese note.

Apple iPhone 6S Plus

Prezzi e disponibilità

iPhone 6S e iPhone 6S Plus nelle colorazioni Oro, Argento, Grigio Siderale e nel nuovo Oro Rosa saranno in pre-ordine a partire dal 12 settembre solo in alcuni paesi (fra cui non figura l’Italia) e negli stessi paesi sarà possibile acquistarli a partire dal 25 settembre. In Italia e in tutti i paesi restanti, Apple promette l’arrivo entro fine anno.

I prezzi in euro non dovrebbero essere diversi da quelli dei predecessori.
iPhone 6S: $649 16GB – $749 64GB – $649 128GB
iPhone 6S Plus: $749 16GB – $849 32GB – $949 128GB

Cosa ne pensate di iPad Pro? Credete possa essere utile, soprattutto per chi fa uso di app per produttività? Apple TV sarà un flop o un successo, soprattutto in Italia, grazie all’arrivo di Netflix? Vi piacciono i nuovi stili di Apple Watch? Sareste disposti a cambiare un iPhone 6 con un iPhone 6S Plus Rose Gold?