È un problema abbastanza comune per gli utenti iOS: si esegue il backup delle immagini del telefono, quando improvvisamente appare il messaggio pop-up temuto:

Non hai abbastanza spazio in iCloud per eseguire il backup del tuo iPhone.

Ma non preoccuparti, Apple è qui per aiutarti.

L'azienda infatti offre un mese gratuito di spazio di archiviazione iCloud ai clienti che hanno superato la soglia del loro, pessimo, piano gratuito da 5 GB. Non c'è bisogno di spiegare che questo non è nient'altro che una mossa di marketing da parte dell'azienda.
Secondo gli utenti infatti, l'azienda spera che accettando questa prova gli utenti si dimentichino dell'attivazione, andando poi a pagare il mese successivo.

L'offerta di Apple conviene?

Non è un segreto che i 5 GB di spazio gratuito che Apple offre su iCloud (una quantità che è rimasta invariata dalla sua introduzione nel 2011) siano ridicolmente pochi, ed è un problema particolarmente eclatante dal momento che lo stesso è destinato a tutto lo storage cloud su Apple, dai backup ai dati delle applicazioni, alle foto.
I concorrenti come Google offrono l'archiviazione di foto gratuitamente. Perciò, come minimo, dovrebbe essere ragionevole per un'azienda che vende smartphone da 1.000 dollari, offrire una sorta di backup del cloud per le cose di livello base di sistema. Come ad esempio le app che vengono installate e i messaggi che vengono inviati.

Certo, Apple ha la possibilità di guadagnare qualche soldo in più, ma a spese di un'esperienza utente decisamente peggiore per i suoi clienti. Un mese di archiviazione gratuito è un buon inizio, ma ci sarebbe il bisogno di prendere seriamente in considerazione la possibilità di rendere i backup migliori per i propri utenti, indipendentemente dal costo. Sicuramente per come è messa attualmente la situazione, a livello di concorrenza per quanto riguarda gli storage online, l'azienda è parecchio indietro. Ma forse sta cercando il modo per riemergere.