Fortnite

Sappiamo tutti che Fortnite è grande: il gioco più grande del mondo secondo alcuni parametri. Il recente live stream di Ninja con Drake ha schiacciato il record di spettatori simultanei di Twitch, con un picco di più di 630.000 persone che guardavano simultaneamente a un certo punto, un record battuto proprio questa settimana da uno stream in lingua spagnola su YouTube che ha coinvolto quasi 1,1 milioni di spettatori contemporaneamente.

Si tratta di momenti impressionanti,  ma secondo la "piattaforma dell'influencer marketing" Matchmade, il videogioco della Epic Games ha superato una pietra miliare ancora più grande, Minecraft, ed è ufficialmente il gioco più visto su YouTube. Minecraft ha dominato a lungo la scena dei videogiochi su YouTube, accumulando miliardi di visualizzazioni al mese. Tuttavia la scorsa estate ha subito un lento declino e, sebbene Fortnite non abbia ancora toccato le alte vette di Minecraft lo ha superato, raggiungendo 2,4 miliardi di visualizzazioni a febbraio e salendo ancora più in alto questo mese.

Anche la Fortnite sta lasciando i suoi concorrenti più diretti nella polvere. Clash Royale, il più grande gioco per dispositivi mobili su YouTube da marzo 2016 (meno un breve interludio Pokemon Go) è entrato in un declino accelerato da quando Fortnite è apparso, e anche il pubblico di PUBG ne ha risentito.

"Il ritmo della crescita è sorprendente. Tra gennaio e febbraio, il pubblico di Fortnite è cresciuto di ben il 151%", ha scritto Matchmade. "Negli ultimi 6 mesi, il tasso medio di crescita mensile di Fortnite su YouTube è stato del +97%. Abbiamo visto il numero di video di Fortnite passare da 9945 (1 febbraio) a 12762 (1 marzo) in un solo mese – un aumento del 28 percento. "

Matchmaker ha citato alcuni possibili fattori dietro la spettacolare crescita di Fortnite sulla piattaforma di Google. Alcuni sono ovvi: Fortnite è gratuito e disponibile su quasi tutte le piattaforme rilevanti mentre PUBG è limitato a PC e Xbox One e costa € 30. YouTube ha anche apportato modifiche ai suoi algoritmi ad agosto 2017, "ha cambiato il modo in cui i contenuti vengono scoperti" e coincide anche con l'inizio del declino di Minecraft e Clash Royale.