La Maledizione dei Faraoni

Ubisoft ha rilasciato un nuovo trailer del gameplay dell'imminente DLC di Assassin's Creed: Origins "La Maledizione dei Faraoni" che mostra i luoghi, le aggiunte di gameplay e i nuovi nemici da affrontare. È fondamentalmente l'opposto della modalità Discovery: mentre quest'ultima porta i giocatori in un tour educativo attraverso il "vero" Egitto dell'antichità, "La Maledizione dei Faraoni" è una battaglia contro i faraoni non morti, guardie simili ad Anubi e scorpioni giganti.

"La mappa di "La Maledizione dei Faraoni" è un nuovo vasto territorio pieno di sorprese: c'è Tebe, una grande città che vanta luoghi famosi come i templi di Karnak e Luxor. Inoltre attraverso il Nilo troverai la Valle dei Re, piena di tombe saccheggiate della famiglia reale egiziana ", ha spiegato Ubisoft. "E mentre lavora per sedare gli spiriti di ogni inquieto faraone, Bayek trova la sua strada nelle loro singole vite ultraterrene, che consistono in grandi mondi aperti e collegati ai portali nelle loro tombe".

I nemici degli Inferi possono riversarsi nel mondo di gioco, soprattutto le Ombre dei Faraoni, ovvero manifestazioni fisiche di re morti che si manifestano di tanto in tanto. I giocatori riceveranno una notifica della loro apparizione e successivamente ci sarà una finestra a tempo limitato per eliminarli, ma sono molto impegnativi – "una sfida anche per i giocatori di alto livello" – e anche dopo essere stati eliminati, loro " dovranno essere affrontati di nuovo nell'aldilà, dove sono molto più potenti, per essere messi a tacere per sempre."

Per aiutarlo a gestire queste nuove complicazioni il livello cap di Bayek è stato portato a 55, e avrà accesso a sette nuove abilità che richiederanno 15 punti abilità per lo sblocco.
Il DLC, che era stato originariamente programmato per uscire il 6 marzo, non verrà rilasciato prima del 13 marzo.