AXA Winterhurt, azienda leader nel settore delle assicurazioni, ha confermato che il self driving, oltre ad essere una realtà, è anche molto più sicuro di quanto si possa immaginare. L'azienda ha recentemente effettuato dei crash test in Svizzera con macchine automatizzate e i dati sono rassicuranti, seppure non sia possibile ridurre a zero la possibilità che capiti un incidente.

Tuttavia questa nuova tecnologia sembra essere di grande aiuto nel ridurre la possibilità di tamponamento tra due veicoli, inoltre risulta efficace anche quando il conducente perde il controllo del veicolo.

AXA Winterhurt, automatizzato è meglio che manuale

Sembra ieri quando in televisione si guardava Supercar e le incredibili azioni di cui era capace KITT, l'automobile protagonista della serie. Eppure sono passati più trent'anni da quella serie TV. Trent'anni in cui però siamo giunti a un livello di maturazione tecnologica sufficiente a lanciare i primi mezzi automatizzati: alcune metropolitane, come la linea M5 di ATM, sfrutta carrozze completamente automatizzate.

Recentemente abbiamo scritto di come ci sia un'accordo tra Ford e Domino's per la consegna di pizze senza fattorino. Waymo invece ha perfezionato l'interazione dei proprio mezzi coi mezzi di soccorso e Tesla ha deciso di espandere questa tecnologia ai semi rimorchi.

I crash test eseguiti da AXA Winterhurt a Dübendorf sono stati analizzati dal reparto infortunistico della società. Gli esperti hanno evidenziato come le autovetture con sistemi di frenata assistita riducono la possibilità di incidente dal 30% al 69%; la percentuale varia ovviamente da modello a modello.

AXA Winterhurt test

Il rischio di perdere il controllo è invece ridotto dall'ESP, Electronic Stability Program. Questo sistema previene le sbandate e frena in modo singolo e mirato ogni singola ruota. Con l'uso dell'ESP il rischio di perdere il controllo del veicolo è ridotto del 40%.

Nuove tecnologie, nuovi costi, nuovi scetticismi

AXA Winterhurt ha anche sfruttato questi per validare una nuova polizza assicurativa. Dati i risultati positivi l'azienda ha deciso di privilegiare gli utenti con un'autovettura dotata di sistemi di sicurezza. Tutti i clienti che vorranno assicurare un'automobile con sistema di frenata assistita potranno ricevere un ribasso una tantum sino a marzo 2018.

Come sempre, però, nuove tecnologie portano a nuovi scetticismi. AXA Winterhurt ha rivelato, durante i test sopra citati, i risultati di un sondaggio condotti a vari cittadini svizzeri e tedeschi. Da tale sondaggio emerge che il 25% degli svizzeri utilizzerebbe un veicolo automatizzato mentre ben il 50% è contrario all'uso di tali mezzi. In Germania i favorevoli sono invece il 33% degli intervistati, la percentuali dei contrari scende al 40%.

I maggiori dubbi sono rivolti all'affidare il controllo del veicolo ad un computer. L'altra questo emersa è il piacere della guida, cosa a cui ben il 60% degli intervistati non ha intenzione di rinunciare.