Babaiola, la piattaforma LGBT per organizzare le proprie vacanze

Vacanze

Pianificare le proprie vacanze può risultare problematico, soprattutto se il proprio gruppo di persone è numeroso.

Recentemente però è nata una piattaforma vacanziera pensata appositamente per tutte le persone LGBT, questa può essere utilizzata per organizzare le proprie vacanze e confrontarsi con tutti i presenti sulla piattaforma.

Una risorsa completa

Il nuovo "prodotto" permette agli utenti di scegliere tra più di 100 destinazioni differenti, in tutto il mondo, e di rimanere aggiornati su tutti i locali, infrastrutture ed eventi gayfriendly ed LGBT.

Tutto ciò è possibile grazie ad alcune caratteristiche di Babaiola, ovvero il suo innovativo algoritmo di raccolta info, costantemente aggiornato, e le convenzioni con tutte le strutture che hanno aderito per apparire su di essa.

Inoltre, grazie agli accordi con alcune delle aziende leader del mercato turistico, gli utenti potranno usufruire di esclusive promozioni e pacchetti turistici, esposti all'interno del sito.

Babaiola

Un progetto in crescita

Il nuovo prodotto made in Italy è attualmente impegnato in una campagna crowdfunding su CrowfoundMe.

Gli investitori hanno attualmente donato una somma superiore al 50% del totale, ovvero i 60.000 totali richiesti dagli sviluppatori. Un traguardo importante per le menti dietro Babaiola, che hanno affermato che utilizzeranno i ricavi recenti per ampliare il proprio team e la loro fan base.

Babaiola

Le menti dietro al progetto

Dietro alla nascita di questa startup ci sono varie personalità, tra queste Nicola Usala, Federica Saba ed Enrico Garia.

Proprio il primo citato afferma che Babaiola è la migliore piattaforma nel suo campo e che genera tutti i dati che offre al suo pubblico tramite community, blog e database specificamente LGBT. Questo anche grazie a tutte le tappe importanti che hanno caratterizzato la nascita della piattaforma.

Il progetto ha preso forma dopo che il team ha partecipato al Contamination Lab, dell'università di Cagliari, ed al LUISS EnLabs, dove la loro idea ha iniziato ad essere plasmata concretamente. Inoltre, Babaiola è stata anche scelta da Startup Chile ed è proprio li che questa ha iniziato a fare passi lungimiranti, come esplorare mercati ed opportunità internazionali.

Babaiola

Sicuramente un'idea ambiziosa quella di Usala e degli altri ragazzi all'interno della startup. D'altronde, come loro stessi hanno affermato, il mercato LGBT è un settore in crescita e che può offrire sostanziose opportunità.