La trasformazione digitale nei servizi finanziari è in continua crescita grazie al contributo di sempre maggiori investimenti fintech, sia dalle banche che dalle assicurazioni, con la presenza nell’ecosistema di numerose startup che propongono una finanza nativa digitale. Per sostenere questo processo, Banca Sella ha deciso di lanciare l’ecosistema Fabrick.

Fabrick, la Bank as a Service di Banca Sella

Fabrick Plaform è la piattaforma Open Banking sviluppata sulla scorta del know-how e dell’importante track record di innovazione del Gruppo Sella, che aggrega, integra e coordina un numero sempre crescente di API e servizi sviluppati dagli attori dell’ecosistema, consentendo a clienti e partner di poter accedere sempre al massimo livello di innovazione disponibile sul mercato.

Il risultato è un sistema in grado di proporre un’offerta articolata di soluzioni che vanno da quelle studiate per offrire alle banche l’accesso semplice alla piena conformità della PSD2, ai più sofisticati e completi sistemi di gestione dei pagamenti online, così come delle fatture elettroniche e dei finanziamenti della supply chain fino alle soluzioni di supporto alle operazioni online di equity crowdfunding, nonché a soluzioni bancarie white-label per pagamenti digitali ma non solo.

Gli inizi di un nuovo ecosistema fintech

Fabrick è anche un ecosistema in cui è possibile trovare consulenti qualificati per sostenere la trasformazione digitale, con particolare attenzione all’esperienza utente e all’innovazione nei modelli di business. In questo ecosistema sono al momento già presenti Hype, Axerve, Vipera, Kubique, Codd&date, innoblu ma anche il fondo di venture capital Dpixel. Queste sono però solo alcune delle 50 aziende che fanno parte del programma e che si stima raggiungeranno almeno 30 milioni di fatturato entro la fine del 2018.