La batteria del futuro è a idrogeno e proviene dalla Svizzera

www.grtgroup.swiss

L'ecosostenibilità è uno dei traguardi di maggior tendenza dell'ultimo decennio e si appresta diventare il futuro di ogni azienda. Uno dei principali settori di sviluppo di questo tema è sicuramente quello energetico e recentemente ci ha riservato ben più di una sorpresa.

Una delle più recente proviene dalla Svizzera e promette di rivoluzionare la concezione di "green" con il suo progetto: Hyform-PEMFC.

LEGGI ANCHE: Presto in Svezia il primo grattacielo da coltivazione, il "Plantagon"

Una rivoluzione a idrogeno

Hyform-PEMFC è un'unità energetica che sfrutta l'idrogeno, proprio trasformando l'acido formico, il "combustile" per eccellenza di questa tipologia di apparecchi. Questo è infatti preferito per la sua grande stabilità e facilità di stoccaggio, ma risulta anche molto più dannoso e meno duraturo.

Questa batteria è prodotta dall'azienda svizzera GRT group in collaborazione con il Politecnico di Losanna, l'EPFL, sotto la guida del professor Gàbor Laurenczy e del suo team di ricerca.

LEGGI ANCHE: Niklas Zennström, cofondatore di Skype, è fra i maggiori investitori in startup ecosostenibili

Questa tipologia di prototipo, attualmente ancora in fase di sviluppo, è oggi l'unica in grado di offrire adeguati livelli di efficenza, ovvero uno standard pari a 7 mila kilowatt all'ora in un anno. Un sistema che  quindi potrebbe essere per esempio usato in zone desertiche che necessitano di energia elettrica, anche per una vasta gamma di funzioni.