Bayonetta, PC, remastered
Ecco la nostra eroina alle prese con crudeli ammassi di pixel

Era il lontano 2009 quando Bayonetta, creazione di Platinum Games, approdò nei salotti giapponesi. Cinque anni dopo, in occasione del lancio del sequel, ne fu proposta una versione per Wii U in Full HD con dei costumi a tema Nintendo. Ed oggi la strega di Umbra arriva anche su PC. In versione 8 bit arcade.

Un tuffo nel passato

Pesce d'aprile o non pesce d'aprile, il gioco è presente effettivamente sullo store di Steam, e presenta i loghi SEGA e Platinum Games all'avvio. Si tratta di un semplice shooter in due dimensioni, con la possibilità di switchare tra la famosa pistola di Bayonetta ed un arma da fuoco secondaria.

Gli unici comandi disponibili sono quelli del salto e del fuoco rapido: è un giochino molto semplice e senza pretese, se non quella di incuriosire gli utenti. Il tutto senza la necessità di sborsare nemmeno un centesimo, dato che è completamente gratis

Lo scherzo del secolo?

E di curiosità ne ha accesa davvero tanta, specialmente tenendo in conto del giorno in cui è stato rilasciato, senza alcun tipo di preavviso. Che si tratti di un modo per annunciare qualcosa di nuovo, o una versione rimasterizzata?

Il mistero s'infittisce

Gli imprevisti non finiscono qua: le immagini relative ad i vari achievements del titolo infatti, una volta unite, non sono altro che i tasselli di un puzzle che vedete completo qui di seguito:

Bayonetta, PC, remastered
I ragazzi di Dualshockers sono stati davvero bravi con Photoshop

È possibile notare, ingrandendola, un url che porta ad un sito della SEGA con un countdown attivo. Insomma, o è un enorme scherzo per vedere la reazione del pubblico, o tra 10 giorni succederà qualcosa, e Bayonetta è coinvolta in tutto questo.

Bayonetta, PC, remastered
Ecco la situazione del countdown attuale

Non c'è molto altro da dire, si tratta di un easter egg davvero unico nel suo genere, e specularci eccessivamente non porterebbe a niente. Intento aspettiamo che questo primo di Aprile finisca e vediamo a cosa vogliono alludere SEGA e Platinum Games con questa mossa.