Il Bitcoin, la moneta elettronica meglio nota come cryptovaluta, è stata parecchio discussa ultimamente. Con un valore che è saltato da circa 8000 a quasi 20000 dollari, sembrava che la corsa dei Bitcoin non avesse fine. La bolla di speculazione su questa moneta si è però improvvisamente infranta oggi, con un valore che è letteralmente crollato di un abbondante 23% su Coinbase. Alle 7 e 30 del mattino, orario di Londra, il valore ha toccato una quota inferiore ai 12000 dollari in alcuni punti exchange.

La caduta -che ha eliminato più di 4000 dollari dal valore del Bitcoin ad un certo punto- ha rappresentato la più alta percentuale di perdita del valore della valuta nell'intero anno. La cryptovaluta era valutata solamente 998 dollari il primo gennaio 2017, arrivando ai suoi massimi proprio durante questa settimana.

Bitcoin crollo dicembre
Il grafico di Coindesk rappresenta la brutale caduta del valore del Bitcoin durante la notte tra il 21 ed il 22 dicembre

Una perdita diffusa a tutti i livelli di cryptovaluta

Ma non è solo il Bitcoin che ha visto il proprio valore degradarsi in maniera significativa. Tra le altre, Ethereum ha perso il 20%, Bitcoin Cash il 30%, Litecoin il 21%; quasi ogni cryptovaluta di alto profilo ha visto il proprio valore diminuire fortemente nelle scorse 24 ore, stando all'analisi di Coinmarketcap.com. Solo la valuta Ripple è cresciuta del 7%, una delle due valute a rimanere in positivo durante il giorno passato.

Cosa esattamente stia causando la svalutazione resta la matassa da sbrogliare, così come ancora va chiarito come abbia fatto il Bitcoin a salire così tanto di valore, passato in nemmeno un anno  da poco meno di mille dollari a punte massime di oltre 20000. Molti puntano il dito verso le istituzioni finanziarie, "colpevoli" di aver adottato la cryptovaluta ed avendone così influenzato in maniera importante le fluttuazioni di valore.

Questi movimenti repentini non faranno altro che aumentare nel 2018. Report affidabili suggeriscono che il gruppo Goldman si stia preparando allo scambio di cryptovaluta il prossimo anno. Già da ora è una delle poche organizzazioni finanziarie ad offrire a clienti selezionati contratti ad alto rischio, i Bitcoin Futures. Questo atteggiamento va a scontrarsi con la politica di alcune banche, che hanno espresso dubbi sulla mancanza di trasparenza e di regole ferree sui Bitcoin Futures.