Al giorno d'oggi le criptomonete stanno assumendo dei valori economici e di rilevanza molto importanti. I Bitcoin sono ovviamente i pionieri di questo nuovo tipo di valuta e sono conosciuti da tutti, anche da chi non è interessato alla questione.

Abbiamo già parlato di come il valore dei Bitcoin sia arrivato alle stelle e di come siano state sviluppate le prime carte che permettono di pagare proprio con le criptomonete.
Spesso le criptomonete sono risultate uno specchio per le allodole, offrendo guadagni facili e sicuri.

Tuttavia come spesso succede nel mondo dell'economia non è così facile. Secondo Bloomberg il 40% del mercato riguardante i Bitcoin è nelle mani di mille investitori, rinominati balene. Questo accentramento non è un bene e per alcuni potrebbe portare a manipolazioni del mercato.

La criptovaluta è recentemente sbarcata sul mercato dei future ed ha raggiunto in poco tempo valori oltre i dieci mila dollari. Al prezzo di vendita attuale pochi sono coloro i quali possono permettersi di investire su tale valuta.

Tuttavia c'è chi sui bitcoin aveva investito molto nei tempi in cui la criptovaluta non era ancora rinomata, anzi, sembrava quasi una trappola per topi. Tuttavia sono proprio coloro che investirono ai tempi che ora detengono la grande maggioranza del mercato.

Allo stato attuale molti di essi potrebbero voler vendere ora i loro bitcoin. Tali attori sono presenti nella scena dell'e-currency da tempo e probabilmente si conoscono da loro. Questo potrebbe portare ad azioni di vendita congiunte. Tale opzione fa emergere molte preoccupazioni tra analisti e investitori. Oltretutto la stessa salita del prezzo dei bitcoin non si spiega, dato che la moneta non possiede un valore intrinseco.

Le cosiddette balene potrebbero infatti veicolare il mercato a loro piacere. Potrebbero decidere di informare alcuni investitori e lasciarne fuori altri, decidendo così a chi vendere e a che prezzo. Infatti i regolatori di mercato sono stati più lenti dell'espansione della criptomoneta stessa e molte leggi regolatrici di tale mercato sono ancora da stabilire.

Bittrex è uno di quei portali che permette lo scambio di valuta digitale ed è stato uno dei primi a mettersi in allerta. Tale portale ha infatti avvisato i suoi utente che, nel caso volessero unirsi a gruppi di condizionamento, i loro account verrebbero sospesi.