Caia, lo specchio hi-tech che assorbe la luce solare

Solenica Caia

Lo specchio è uno degli oggetti che utilizziamo costantemente all'interno del nostro ambiente quotidiano ed è impossibile farne a meno. La startup Solenica, fondata da Diva Tommei, l'unica italiana inserita nella classifica europea Forbes "50 Top Women in Tech", ha reinventato questo oggetto, dando vita a Caia.

LEGGI ANCHE: KyneProx, la startup italiana che reinventa la simulazione – MGW 2018

Uno specchio mitologico

Caia è infatti uno specchio molto particolare che al suo interno nasconde una funzione tanto innovativa quanto importante: assorbe la luce proveniente dal sole ed la irradia negli spazi interni in cui è posto.

Il suo nome deriva simbolicamente dall'antica dea romana del focolare "Caia" ed è attualmente ancora in fase di progettazione e sperimentazione avanzata. Dal 2016 ad oggi ha raccolto più di 600.000 dollari sulla piattaforma Indiegogo ed è pronto a subentrare nel mercato globale nel 2019.

LEGGI ANCHE: Amazon Launchpad porta nel mondo i prodotti delle startup italiane

Diva Tommei Solenica

Diva Tommei, come abbiamo già affermato nelle righe precedenti, è entrata nel mirino di Forbes non casualmente. Con un passato di ricercatrice alle spalle, la donna ha deciso di investire in questo progetto e fondare un team completamente da zero con l'aiuto di alcuni amici, ma non ha trovato il supporto necessario dall'ecosistema di investimenti italiano.

Il team, però, non si è arreso ed ha guardato oltreoceano venendo selezionato tra le 10 startup di tutto il mondo che hanno avuto accesso all'acceleratore Qualcomm-Techstars, di San Diego. Hanno quindi ricevuto i fondi necessari per entrare in un network internazionale che gli ha permesso di ottimizzare il prototipo e verificare se ci fosse realmente un mercato adatto per un oggetto del genere. In seguito, una campagna di marketing online ben progettata, in poco più di 2 settimane, ha permesso a Solenica di raccogliere 65 mila dollari in pre-ordini ed attuare la raccolta fondi su Indiegogo con una campagna di crowdfunding di successo.

Diva ed il suo team ci hanno quindi dato una lezione di vita ben precisa con questo loro progetto. In primis, non bisogna mai rinunciare alle proprie idee, seppure considerate da altri irrealizzabili o poco valide. Inoltre, non è necessario rinunciare al proprio ruolo in un determinato settore per poter sfondare in un altro. Tommei non ha mai infatti rinunciato a portare le sue capacità da ricercatrice del mondo imprenditoriale e questo l'ha portata a sviluppare un prodotto unico ed in grado di rivoluzionare il mercato.