Password

In meno di due anni, tutti i dispositivi in grado di connettersi ad Internet avranno una password di default diversa da quelle a cui siamo abituati fino ad oggi. Così ha deciso il Senato dello Stato della California, che in un emendamento promulgato qualche giorno fa obbliga i produttori ad aumentare la sicurezza di tutti i dispositivi come router o impianti di videosorveglianza.

La legge, che entrerà in vigore il primo gennaio del 2020, specifica le modalità con cui le case produttrici dovranno adeguarsi. Le password dovranno essere uniche per ogni dispositivo venduto o comunque dare la possibilità all’utente di scegliere la propria password alla prima accensione, ponendo dei vincoli sul numero e il tipo di caratteri da utilizzare. Leggendo il testo non vengono specificati esattamente i dispositivi coinvolti in questa riforma, viene fatto riferimento soltanto ad ogni tipo di dispositivo fisico in grado di connettersi ad Internet, direttamente o non, e con la possibilità di avere un indirizzo IP o Bluetooth.

Password

L’obiettivo della legge sembra quello di fermare l’aumentare del fenomeno botnet, che con l’aumentare dei dispositivi connessi minano sempre di più la nostra sicurezza. Non è raro trovarsi il proprio impianto di videosorveglianza violato, oppure il nostro router reso inaccessibile. I software maligni riescono a bucare molto spesso la sicurezza preimpostata nei nostri dispositivi, che molto spesso per pigrizia non viene modificata.