Canon è attualmente una delle aziende più apprezzate da appassionati e professionisti, data la qualità dei loro prodotti e il suo vasto catalogo. La Canon EOS M100 è la più piccola mirrorless del marchio giapponese che offre un sensore APS-C con la possibilità di registrare video in FHD a 60 fps. Unito all’obbiettivo pancake EF-M 22mm f/2 STM diventa la compagna ideale per il viaggio.

N.B. Tutte le foto che raffigurano il prodotto sono state effettuate con un Nokia 7 Plus e sono state tutte post-prodotte. Le foto scattate con la Canon EOS M100 NON sono state modificate in post-produzione.

Specifiche Tecniche – Canon EOS M100

  • Sensore d’immagine: CMOS APS-C (Crop 1,6x);
  • Dimensioni e Peso: 108,2 x 67,1 x 35,1 mm, 302 g;
  • Risoluzione: 24,2 megapixel;
  • Formato immagine: JPEG (Exif 2.30), RAW 14-bit;
  • Formato video: 1920 x 1080 pixel (59p/25p, MP4);
  • Connessioni: Wi-Fi, NFC, Bluetooth a basso consumo;
  • Autofocus: Dual Pixel con 49 aree AF;
  • Obbiettivo (solo versione kit): Canon 15-45 mm (equivalente 24-73 mm) ƒ/3.5~6.3;
  • ISO: 100~25600;

Specifiche Tecniche – Canon EF-M 22mm f/2 STM

  • Focale: 22 mm (equivalente 35 mm);
  • Lenti: 7 elementi in 6 gruppi con rivestimento Super Spectra;
  • Apertura massima: ƒ/2;
  • Dimensioni e peso: 23 x 60 mm, 105 g;
  • Attacco: Canon EF-M;
  • Autofocus: motore passo-passo (STM);
  • Diametro filtro: 43 mm;

1Unboxing e accessori

La confezione si presenta con la classica combinazione di colori Canon con uno sticker per avere 50 GB gratis sul servizio cloud Canon Irista.

All’interno della confezione troviamo:

  • Canon EOS M100
  • Obbiettivo Canon EF-M 15-45mm f/3.5~6.5 IS STM (presente solo nella versione kit)
  • Batteria Canon LC-E12 e caricatore
  • Laccio

Canon EOS M100 accessori

Un’assortimento completo che offre tutto il necessario per iniziare. Presenti le istruzioni multi-lingua, il laccio per appendere la fotocamera alla spalla o al collo. Assente il cavo dati mini-USB che è acquistabile separatamente.

L’obbiettivo al suo interno offre l’opuscolo della garanzia, istruzioni d’uso e il tappo per proteggere la lente quando non viene utilizzata.

2Design e portabilità

Il design ricorda le classiche compatte punta e scatta e viene proposto in tre colorazioni: totalmente nera, argento con dettagli bianco crema e infine argento con dettagli color beige. I controlli sono essenziali rendendola una macchina fotografica ideale per l’utilizzo in modalità punta e scatta e per chi proviene da uno smartphone.

La Canon EOS M100 offre una texture zigrinata sulla parte frontale per garantire un miglior grip; i tasti di navigazione, menu e funzioni sono tutti in plastica. Ottima la scelta di inserire un secondo elemento di grip (zigrinato) nella parte posteriore.

Pur essendo costruito principalmente in plastica la fattura dei materiali è molto buona e ben solida, la baionetta è in metallo per garantire un’eccellente durata nel tempo. Il display, invece, è costruito in vetro e alluminio.

3Funzioni principali

Il tasto di accensione è posizionato sulla parte superiore e centrato in mezzo alla ghiera dei programmi. La ghiera dei programmi ha solo tre modalità: Scene Intelligent Auto, Foto Video, mentre il tasto dell’otturatore è a doppia corsa circondato da una ghiera per regolare i parametri scelti; di fianco ad esso è presente il tasto rapido per la registrazione video. Non è presente un mirino EVF né la slitta per un flash esterno.

Sul lato sinistro troviamo il tasto per alzare il flash incorporato e due sportelli che coprono una porta micro-HDMI, mini-USB e lo scompartimento per la scheda SD (SDHC e SDXC supportate).

Canon EOS M100 sd

Verso il basso troviamo lo schermo LCD da 1.040.000 punti di tipo touchscreen e basculante, con la possibilità di ruotarlo di 180°. A destra troviamo i controlli di navigazione con tre pulsanti esterni che ci permettono di: accedere al menu, alla galleria, attivare la connessione wireless, regolare l’esposizione/eliminare le foto, attivare il flash, far comparire le informazioni sullo scatto. Il tasto centrale permette di confermare le scelte.

Canon EOS M100 lcdInfine, sul lato inferiore troviamo lo scompartimento per la batteria, che garantisce 295 scatti e 410 scatti in modalità ECO, e l’attacco con filettatura 1/4″.

Canon EOS M100 vite

4Sensore e Obbiettivo

Il sensore APS-C misura 22,2 x 14,8 mm con pixel da 3,7 micron.

Canon EOS M100 è equipaggiata con un sensore APS-C (crop 1,6x) da 24,2 megapixel affiancato da un processore DIGIC 7. L’autofocus è a rilevamento di fase Dual Pixel, ovvero ogni pixel ha due diodi dedicati alla messa a fuoco con 49 aree AF disponibili all’utente tramite Live View. Il flash (di tipo xenon) ha un range di 5 metri ed è attivabile manualmente.

Canon EOS M100 flash

L’azienda promette una messa a fuoco veloce e tagliente, mentre il processore DIGIC 7 permette di scattare una raffica fino a 6 fps oltre a manipolare i file RAW 14-bit direttamente in macchina. L’otturatore meccanico a controllo elettronico permette di scattare da un tempo minimo di 1/4000s ad un massimo di 30s con funzione BULB. Assente la possibilità di attivare lo scatto silenzioso.

L’obbiettivo Canon EF-M 22mm f/2 STM è un obbiettivo di tipo pancake tra i più compatti che il marchio giapponese offre al momento. Caratterizzato da un costo contenuto (220~250 €) e da notevoli prestazioni ottiche, la focale di 22 mm offre l’equivalente di un obbiettivo 35 mm rendendola ideale per un utilizzo “tuttofare”.

Il diaframma con apertura massima di ƒ/2.0 permette di ottenere piacevoli bokeh e prestazioni ottime quando la luce scarseggia. La costruzione dell’obbiettivo è ottima così come la fluidità della ghiera MF (Manual Focus).

Corpo ed obbiettivo assieme arrivano a pesare circa 416 g e hanno dimensioni sufficientemente compatte che permettono di inserirli in una borsetta o addirittura in tasca. Questo la rende una combinazione essenziale per chi ama la street photography e/o viaggiare leggero.

Canon EF-M 22 mm dimensioni
L’obbiettivo è molto compatto che ci entra abbondantemente nel palmo di una mano.

5Valutazione Foto

La macchina è stata provata a lungo in diverse situazioni e condizioni di luce, per valutare il comportamento quotidiano sia in modalità automatica che manuale. Abbiamo utilizzato una scheda SD SanDisk Extreme Pro per garantire le massime prestazioni durante la cattura di foto.

La qualità è davvero ottima per una mirrorless entry-level, si riescono ad ottenere foto con un ottima gamma dinamica e una riproduzione dei colori fedele anche in modalità automatica. Con un crop 100 % si riescono a mantenere discreti dettagli grazie ai 24,2 megapixel.

Con l’obbiettivo EF-M 22mm si ottiene la nitidezza massima da un apertura di ƒ/2.8 fino a ƒ/5.9, mentre scendendo a ƒ/2.0 si perde qualche dettaglio ai bordi ma si guadagna in luminosità quando la luce scarseggia.

Con condizioni di luce scarse, invece, in modalità automatica se la cava abbastanza bene anche se il rumore rimane persistente senza l’utilizzo di un ottica stabilizzata. La gestione automatica degli ISO in questi casi non è delle migliori ed è necessario passare alla modalità manuale.

In modalità manuale invece, utilizzando una superficie d’appoggio o un treppiede e agendo sui tempi di posa, si riescono ad ottenere foto di maggior qualità con un livello di rumore molto più accettabile. Per agevolare gli scatti a mano libera e/o con ottiche non stabilizzate è possibile attivare una specie di “modalità notte” che scatta quattro foto in successione e le unisce assieme per ridurre il rumore.

Canon EOS M100 foto 4
Questa foto è stata scattata con la “Modalità Notte”.

In linea approssimativa siamo su un buon livello per essere su una entry-level anche se non è la macchina perfetta per scattare in queste condizioni di luce scarsa.

Su macro e ritratti, grazie all’ampia apertura minima, si possono ottenere ottime foto con un bokeh cremoso e uniforme come le seguenti immagini mostrano.

La velocità dell’autofocus dipende sia dal corpo macchina che dall’obbiettivo, e con questa combinazione possiamo affermare che la messa a fuoco è veloce e tagliente quando le condizioni sono favorevoli; quando le condizioni peggiorano si nota una lentezza maggiore nella messa a fuoco.

La modalità AF Continuo e AF Servo, invece, risultano essere affidabili, anche se è consigliato tenerle disattivate quando non è necessario utilizzarle per risparmiare la batteria.

Comportamento a differenti valori ISO

La macchina ha un’ampio range nativo che va da 100 a 25600 ISO permettendogli di essere versatile nelle varie condizioni di luce. Per valutare la resa delle immagini e di conseguenza la “pulizia” di esse (senza troppo rumore), abbiamo scattato delle foto con valori ISO diversi per valutare la qualità complessiva:

Generalmente possiamo affermare che si ottengono immagini pulite senza modifiche fino a 1600 ISO, con modifiche in post-produzione fino a 3200 ISO, immagini che necessitano di molteplici modifiche a 6400 ISO, mentre andando verso i 12800 ISO e oltre le foto diventano inutilizzabili. Le condizioni di luce di questo test sono medie ed è stata utilizzata un’apertura ƒ/4.0.

6Valutazione Video

I video possono essere registrati fino alla qualità 1080p a 60 fps. L’audio è registrato tramite i due microfoni stereo incorporati nel corpo macchina (assente l’ingresso jack per il microfono).

Presente la stabilizzazione elettronica a 3 assi che si attiva solo in caso è abbinata ad un’ottica stabilizzata. La qualità dei video generalmente è buona e fluida pur avendo il limite di 15 minuti massimi di registrazione. L’audio registrato dai due microfoni è discreto anche se i rumori dell’ambiente e del vento si fanno sentire vista l’assenza di un filtro anti-vento.

7Menu e impostazioni

Avendo pochi controlli fisici, la maggior parte delle azioni viene fatta tramite il display capacitivo da 3″ che offre quindici menu. La navigazione risulta semplice ed intuitiva, non abbiamo rilevato difficoltà nel trovare alcune impostazioni.

Le impostazioni sono divise nei seguenti macro gruppi:

  • Impostazioni Fotocamera. È il menu dove è possibile scegliere dimensione e qualità delle immagini, AF, autoscatto, bilanciamento del bianco, valore ISO auto, flash, video e altre impostazioni.
  • Impostazioni Macchina. Qua è possibile modificare i parametri riguardanti il corpo macchina come luminosità del display, data/ora, lingua, menu, modalità ECO, memoria, suoni e pulizia del sensore.
  • Impostazioni Galleria. In questo menu è possibile scegliere se attivare o meno delle transizioni quando si visualizzano le foto, scorrimento, orientamento immagini, ordine.

La modalità Scena Smart Auto è la modalità punta e scatta per antonomasia, la macchina sceglie i parametri ideali senza che l’operatore debba intervenire. Con la modalità Foto è possibile aprire un menu che ci permette di scegliere tra ventitré modalità di scatto. Sono presenti le modalità PASM (Program, Aperture, Shutter, Manual) oltre a vari preset come HDR, Macro, Notte, Sport, Alimenti, Fisheye, B/N

La modalità Video invece permette la registrazione di video in modalità automatica, manuale o time-lapse. È possibile scegliere qualità (VGA, 720p, 1080p) e framerate (25p, 50p, 60p).

8Modalità scatto remoto e condivisione foto

La Canon EOS M100 dispone della connettività Bluetooth, NFC e Wi-Fi che permette di condividere foto e fare scatti da remoto. Una volta collegata la fotocamera (nel nostro caso tramite connessione Wi-Fi), dall’app Canon Camera Connect è possibile visionare e trasferire le foto scattate così come controllare la macchina da remoto.

La funzione di controllo remoto permette di modificare l’apertura del diaframma, compensazione esposizione (EV), valore ISO, scattare foto. Non permette la registrazione di video o la possibilità di cambiare la modalità di scatto.

9Esperienza utente

L’utilizzo della Canon EOS M100 in modalità puramente punta e scatta è decisamente semplice e alla portata di tutti. Per essere una mirrorless con un sensore APS-C abbiamo tra le dimensioni più compatte che si possono avere.

Unita a qualche filtro CPL o a densità neutra e ad un piccolo treppiede, permette di ottenere grandi scatti ovunque si vuole andare. Inoltre, con l’adattatore EF a EF-M di Canon è possibile avere accesso ad un grande parco ottiche. Il display ruotabile di 180° la rendono ottima per gli autoscatti e per dei vlog.

Quindi, l’utenza indicata è proprio quella dei social, vloggers e viaggiatori, grazie al comodo e luminoso display touchscreen e alle molteplici funzioni di connettività.

Un po’ meno, invece, per i professionisti, vista la mancanza di un mirino e di controlli manuali, ma molto indicata per chi è alle prime armi con la fotografia. Sicuramente sarebbe stato molto interessante avere una slitta o la stabilizzazione ottica in macchina, ma parliamo comunque di una entry-level che si aggira intorno ai 420 € con l’ottica 15-45 mm e poco meno di 330 € per la versione solo corpo. L’obbiettivo 22mm si aggira sui 220 € nuovo ma a questo prezzo è difficile trovare di meglio come rapporto luminosità/nitidezza.

Nell’uso operativo si nota la fluidità degli scatti multipli, il passaggio immediato alle varie funzioni, il menu ricco di funzioni ma semplice e velocemente accessibile, la possibilità di sviluppare i file RAW direttamente in macchina.

10Conclusioni

Un’ottima macchina per avere qualcosa in più della classica compatta o smartphone. Prodotta per essere veloce nello scatto e facile da usare ma senza rinunciare ad un sensore e processore quasi da top di gamma. I file RAW sono ricchi di informazioni e i file JPEG sono ottimi per essere prodotti da una mirrorless di questa fascia. Sicuramente consigliata per i principianti, vloggers e specialmente per chi vuole qualcosa di compatto e leggero ma versatile.