Al TC Session: Robotics in Cambridge, ha da poco fatto il suo debutto Cheetah 3, la nuova versione del robot quadrupede per le operazioni di ricognizione e supporto creato dal professor Sang-bae Kim e dal suo team al laboratorio di Biomimetica di MIT.

Cheetah 3 Robot corpo

I precedenti modelli di Cheetah puntavano su velocità e funzionalità, potevano raggiungere le 14 miglia orarie e rispondere ad alcune domande con Alexa, grazie all'Amazon Echo Dot integrato nella schiena del robot.

Lo scopo di Cheetah si evolve, mobilità si aggiunte a funzionalità

Ora, con la nuova versione, si punta ad una maggiore praticità e mobilità in ambito esplorativo e di supporto. Secondo le parole del professor Sang-bae Kim, esistono diversi luoghi pericolosi come la zona contaminata di Fukushima, nei quali l'intervento dell'uomo per l'esplorazione può essere risparmiato, evitando rischiosi danni da radiazioni e non solo.

Cheetah 3 Robot struttura

Cheetah 3 è stato quindi creato sull'idea di esplorare questi luoghi con una mobilità nettamente migliore dei veicoli su ruote. Il design è stato in parte ridisegnato per renderlo più agile e capace di trasportare diversi tipi di carico. Sang-bae Kim ricorda inoltre che al momento il robot è in fase di test nel campus MIT, muovendosi tra colline e scalinate.

Kim conferma successivamente che l'anno prossimo spingeranno ulteriormente avanti le capacità di Cheetah, aggiungendo nuovamente le funzioni rimosse nel terzo modello e altre completamente nuove.