Cisco, società leader mondiale nel networking ha presentato gli switch 400G sviluppati per rispondere alle nuove richieste di banda e scalabilità poste ai data center da innovazioni come la diffusione dello streaming o le applicazioni che sfruttano l'intelligenza artificiale.

"I nostri switch 400G non si limitano a fornire maggiore velocità ma supportano la distribuzione delle funzionalità di signature che i clienti si aspettano per i loro workload e ambienti cloud data-driven. Policy, segmentazione e whitelisting ultra-veloci. Visibilità in tempo reale di pacchetti, flussi e eventi. Buffering intelligente per workload Big Data e machine learning. Capacità di dare priorità al traffico critico on-demand. Tutto questo è ciò che Cisco ha fornito ai propri clienti attraverso numerose generazioni di switch Nexus. E lo stiamo facendo ancora una volta con il nuovo portfolio 400G."

Roland Acra, SVP, General Manager Data Center Business Group di Cisco

I vantaggi degli switch 400G di Cisco

I nuovi switch 400G permettono di creare reti più potenti, più economiche e con un ingombro minimo. Queste soluzioni innovative forniscono quattro volte la larghezza di banda e quattro volte la scalabilità degli switch attualmente disponibili sul mercato, utilizzando un'alimentazione sensibilmente inferiore.

Poiché i nuovi switch sono stati progettati sulla base delle potenti funzionalità del portfolio Nexus, i clienti possono scegliere di implementare gli switch 400G nella modalità che meglio soddisfa le loro esigenze. Possono essere utilizzati da soli o in combinazione con i software di sicurezza, automazione, visibilità e analytics di Cisco.

Un mercato in crescita

Secondo gli analisti il mercato del 400G raggiungerà il valore di 1,5 miliardi di dollari nel 2019 e si prevede che questo numero possa raddoppiare per il 2020. Le soluzioni di networking saranno infatti nei prossimi anni messe alla prova dal numero crescente di dispositivi connessi, anche grazie allo sviluppo dell'IoT e dall'aumento dei servizi via internet.