Il tema dello sharing di veicoli e mezzi è abbastanza delicato all’interno del territorio italiano, soprattutto visti i precedenti episodi che hanno coinvolto la città capitolina. C’è però l’arrivo di un nuovo competitor all’interno di questo mercato: Cityscoot.

LEGGI ANCHEOfo rischia la bancarotta, quale futuro per il bike sharing?

Cityscoot è una startup francese che ha recentemente ufficializzato il suo arrivo in Italia con i suoi personalissimi veicoli a due ruote a flusso libero ed emissioni inquinanti a tasso zero. Questa è stata fondata nel 2014 da Fleurose ed ha dato il via al suo servizio di noleggio a Parigi e a Nizza tra il 2016 e il 2018, raggiungendo la cifra di oltre 115.000 utenti attivi.

L’azienda dispone già di 4.500 veicoli a livello mondiale ed ha destinato al territorio milanese una flotta di 500 e-scooter ed iniziato l’assunzione di 30 dipendenti circa. L’imminente espansione di Cityscoot in Italia contribuirà alla creazione di circa 120 nuovi posti di lavoro.

LEGGI ANCHEIl business del bike sharing è sostenibile? – Editoriale

Un servizio completamente ecosostenibile

Il servizio è stato introdotto prima di tutto a Milano e la gestione assicurativa verrà curata da Allianz, mentre gli scooter in dotazione vengono forniti dal Gruppo Govecs, attualmente noto in Europa per la produzione di motocicli elettrici in sharing.

Gli scooter di Cityscoot possono viaggiare ad una velocità di 46 km/h ed hanno una guida silenziosa, ecologica e innovativa, inoltre i veicoli a due ruote sono disponibili 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 per il noleggio da parte degli utenti.

Per fruire del servizio è necessario scaricare l’app dedicata di Cityscoot, disponibile per Android o iOS, potendo così selezionare lo scooter disponibile più vicino e prenotarlo gratuitamente per 10 minuti. Per sbloccarlo dalla postazione, l’utente dovrà inserire il codice a 4 cifre ricevuto al momento della prenotazione sul tastierino analogico di cui è dotato lo scooter.

Citiscoot

Se un veicolo presenta la batteria scarica, oppure un qualsiasi problema o malfunzionamento meccanico, sarà sufficiente lasciarlo in un’area di parcheggio ed il team di manutenzione, attivo 24/7, interverrà in modo rapido con dei furgoni, anch’essi ecosostenibili. Il servizio è fruibile per tutti i maggiorenni con patente di guida e non richiede alcun abbonamento aggiuntivo. La tariffa presenta un costo di 0,29€ al minuto, tuttavia sarà anche possibile acquistare pacchetto CityRider che consente di viaggiare per 100 minuti ad un costo complessivo di 22 € circa. E’ previsto poi anche un programma fedeltà per accumulare minuti gratuiti da spendere tramite l’app, però a partire dal mese successivo.