Claider, la soluzione InsurTech per la denuncia assicurativa

claider startup insurtech

Il settore assicurativo sta vivendo un periodo di importante sviluppo tecnologico, per la convergenza degli sviluppi fintech e dell’internet delle cose. Si inserisce in questo settore la startup Claider che offre supporto ai clienti nel momento della denuncia assicurativa. L’applicazione contempla oltre 100 casi di sinistro ed è in grado di guidare l’utente nella raccolta dei dati e delle foto necessarie, scrivendo la denuncia.

Il settore InsurTech sta mostrando un’importante crescita con delle manifestazioni d’interesse come quella della compagnia Reale Mutua, di Allianz e soprattuto di Aviva che lo scorso anno ha annunciato 100 milioni di investimenti.

Come funziona Claider

L’utente deve iniziare scegliendo uno degli scenari proposti. L’applicazione geolocalizza il luogo in cui è avvenuto il fatto, seguendo lo scenario aiuta l’utente a descrivere i fatti, aggiunge alla denuncia tutte le informazioni personali richieste, fa acquisire foto con valore di firma digitale e invia all’assicuratore la denuncia.

Il progetto è indipendente, funziona dunque con diverse compagnie assicurative ed è realizzato da un team con più di 15 anni di esperienza nel settore e 250000 persone aiutate.

Il modello di business della startup InsurTech

Per l’utente finale l’utilizzo dell’applicazione è completamente gratuito, il modello di business prevede infatti un sistema di licenze per il software gestionale che devono utilizzare le compagnie e i broker assicurativi.

L’indipendenza del progetto consente agli utenti di utilizzarlo per diverse polizze, anche di diverse compagnie, creando uno standard comune, fattore positivo per la competizione. La possibilità di offrire questo prodotto è infatti da considerare positiva per una compagnia assicurativa col vantaggio di non vincolare l’utente alla compagnia stessa.