L’Italia non è un paese conosciuto per il grande volume di investimenti in innovazione e questo non sembra l’anno per le operazioni di M&A ma probabilmente siamo davanti a un segnale positivo nell’ambito del Corporate Venture Capital, una particolare forma di investimento sempre più apprezzata dalle imprese italiane di tutte le dimensioni e che sostiene fortemente le idee innovative.

Un settore in crescita

In questo settore sono infatti presenti 2154 startup innovative che hanno ricevuto investimenti da 6727 investitori corporate stando ai numeri dell’Osservatorio Open Innovation in collaborazione con Italia Startup e Assolombarda.

Spesso analisti e osservatori puntano il dito contro la scarsità di risorse finanziarie destinate al venture capital nel nostro Paese. Gli esiti dell’Osservatorio mettono invece in luce un altro aspetto, meno raccontato: quella del Corporate Venture Capital, che in Italia è già una realtà, che interessa un numero di startup cinque volte superiore rispetto a quelle partecipate da un fondo di investimento e che, almeno a giudicare da quanto emerge dal rapporto, rappresenta la forma migliore di investimento. E’ questo il modello cui guardiamo da tempo e che a Smau ci proponiamo di alimentare e sostenere: quando un’azienda sceglie di investire in una startup fa un’operazione che è molto più di una semplice iniezione di liquidità. In altre parole, condivide un percorso di innovazione che in genere è volàno di crescita per entrambi i soggetti coinvolti”

Pierantonio Macola, Presidente Smau

Un investimento in startup più sicuro

Questo tipo di investimenti mostra anche un profilo di sicurezza maggiore, con un numero minore di fallimenti e delle migliori performance nei ricavi facendo il confronto con le imprese finanziate da Venture Capital tipici.

Questo tipo di investimento è inoltre apprezzato dalle PMI che spesso trovano la possibilità di partecipare in modo concreto alla crescita di una startup. Il numero di piccole imprese che hanno investito è infatti aumentato del 45% in un anno.

Venture Capital VC

Corporate Venture Capital, un’occasione unica

Per uno startupper l’occasione offerta da un investimento di questo tipo è unica e consente di avere un accesso al know-how industriale della società investitrice che può rilevarsi un ottimo partner commerciale. Questo tipo di investimenti spesso nascono da particolari necessità della corporate che quindi ha un diretto interesse per il prodotto della startup.

L’Open Innovation in questo caso esce dai confini regionali per il 56% delle imprese investitrici e dal settore di appartenenza per il 95% delle stesse, con il superamento del concetto di distretto di prossimità.

startup

Questa è dunque una realtà interessante, complementare a quella del VC tipico e apparentemente adatta alla realtà economica italiana. Lo strumento tipico è la soluzione ideale e necessaria davanti a delle idee davvero disruptive che richiedono tanti capitali; ma gli investimenti corporate nei prossimi anni cambieranno l’industria italiana, sempre più 4.0.