Deus Ex Mankind Divided Copertina

Dopo l'uscita nel 2011 di Deus Ex Human Revolution, ecco che le avventure di Adam Jensen continuano con un nuovo capitolo. Deus Ex Mankind Divided è il sequel del terzo e prequel del primo capitolo della saga.

Ideato da Warren Spector e sviluppato inizialmente nel 2000, dalla ormai defunta Ion Storm, Deus Ex è diventato tra i videogiochi più amati e rivoluzionari di tutti i tempi, grazie al suo gameplay che unisce meccaniche classiche degli FPS e quelle degli Action RPG, oltre all'ambientazione e alla trama avvincente ed immersiva. Successivamente la saga è passata nelle mani di Square Enix che ha rilasciato Human Revolution ed il suo sequel, Mankind Divided.

1Storia e personaggi

La trama prosegue dopo gli ultimi eventi di Human Revolution. Nel 2029, due anni dopo l'Incidente che ha fornito a tutti gli esseri umani dei potenziamenti incontrollabili e molto pericolosi, sono state prese delle pesanti precauzioni, tra cui la costruzione di un rifugio per tutti i potenziati senza documenti chiamato Golem; una sorta di campo di concentramento in cui i potenziati non possono causare danni alle persone "normali". Dopo l'Incidente l'umanità si è divisa in una sorta di "Mechanical Apartheid", in cuivediamo i pochi potenziati, discriminati e trattati senza rispetto e senza pietà dai non potenziati, in particolare a Praga e nel Golem, dove si può notare che vengono torturati dagli agenti di polizia.

Il protagonista è sempre Adam Jensen, un potenziato ed ex-ufficiale della sicurezza che lavora a stretto contatto con un gruppo dell'Interpol, contro un gruppo di terroristi potenziati che indossano una particolare maschera dorata, artefici di diversi attentati. Segretamente fa anche parte della Collettivà dei Juggernaut, un gruppo di hacker che cerca di confrontare Jensen con gli Illuminati. Sono presenti anche personaggi noti del precedente capitolo, tra cui David Sarif, stretto collaboratore di Adam in Human Revolution, a capo della Sarif Industries.

2Comparto grafico e Ambientazione 

Deus Ex Mankind Divided, a differenza del precedente capitolo, è spinto dal nuovo Dawn Engine, derivato dal Glacier 2 della IO Interactive, con l'aggiunta di nuove caratteristiche per poter ottenere un comparto grafico di livello superiore. Il comparto grafico generale è di buon livello, troviamo una cura maniacale nei dettagli per ogni singolo oggetto, anche il più piccolo risulta essere ben definito, oltre a delle texture di alta qualità e ad un nuovo sistema di illuminazione e riflessi.

È facile notare una luce volumetrica migliorata, specialmente negli interni, con effetti di fuoco e fumo molto realistici e i riflessi sulle superfici lucide che son di gran impatto. Riguardo ai dettagli facciali e dei vestiti, siamo ad un livello leggermente inferiore rispetto ad altri titoli del momento. L'ambientazione di gioco è classica dei giochi cyberpunk e fantascientifici che riescono a garantire un'ottima immersione nel mondo di gioco, con la possibilità anche di interagire con buona parte degli oggetti che si possono trovare.

3Comparto Sonoro 

Sul comparto sonoro c'è dire che è stato fatto un ottimo lavoro, anche se si sente la mancanza di alcuni suoni ambientali; la parte relativa alle armi è stata riprodotta molto fedelmente, specialmente riguardo quelle silenziate; in giro per l'ambiente è possibile sentire anche altre voci tra cui quelle di radio, TV e anche dialoghi tra gli NPC presenti. Infatti è possibile ascoltare i dialoghi dei normali NPC che si trovano, di cui alcuni nascondono anche storie interessanti. La colonna sonora è composta da Michael McCann e si sposa bene con lo stile cyberpunk e fantascientifico del gioco, con la presenza di canzoni per lo più elettroniche.

4Giocabilità e Longevità

Deus Ex Mankind Divided.

Deus Ex Mankind Divided offre un gameplay molto simile a quello del precedente capitolo, con l'aggiunta di caratteristiche e migliorie. Tra le nuove caratteristiche si possono notare nuove abilità, tra cui la possibilità di diventare invisibili, rallentare il tempo, essere temporaneamente invulnerabili e lanciare diversi proiettili letali (e non) dal proprio arto. Una grande novità sono i tre diversi tipi di approccio: è possibile completare il gioco senza farsi mai scoprire da nessuno, senza uccidere nessuno (compresi i boss), oppure uccidendo tutti i nemici ostili, ma anche avere un approccio misto. Ovviamente ogni singola azione influenzerà molto la propria progressione, stessa cosa varrà anche per le scelte durante i dialoghi, che influenzeranno notevolmente le future scelte ed eventi.

Se per esempio iniziassimo a sparare in mezzo alla folla, i presenti andranno in panico e avviseranno le forze dell'ordine, stessa cosa avverrà se verremo sorpresi durante la violazione di un pannello. Tra le altre migliorie vi è anche una violazione più elaborata e competitiva, troviamo firewall che ci bloccano per diversi secondi durante la violazione di un nodo e nuovi hack, tra cui uno per poter conquistare un nodo senza farsi scoprire dal sistema. Le armi sono rimaste in buona parte quelle di Human Revolution, con la rimozione delle più potenti e con l'aggiunta di altre tra cui anche delle armi personalizzate.

Come nei precedenti capitoli, sarà possibile potenziare le nostre armi tramite innesti tra cui silenziatori, mirini, laser e anche nuove munizioni. Tra le novità troviamo i nemici corazzati, che potranno essere uccisi velocemente tramite proiettili perforanti, munizioni EMP per disattivare telecamere e altri sistemi di sicurezza; oltre alla possibilità di poter creare diversi oggetti utili direttamente dall'inventario. Il gameplay è tipico degli FPS ma con l'aggiunta degli elementi Action RPG e stealth, con un sistema di progressione a livelli; possiamo metterci al riparo dietro ai muri o scatole e poter andare da un riparo all'altro, usare condotti dell'aria per poter raggiungere zone riservate senza farsi scoprire o utilizzare l'hacking remoto per poter disattivare telecamere e laser da distanza.

Deus Ex Mankind Divided Easter Egg 3
Un piccolo ricordo del precedente capitolo, Deus Ex Human Revolution.

Le scelte per completare una missione sono molteplici, e sono presenti anche diverse missioni secondarie attivabili solamente esplorando gli hub di gioco. La longevità è nella media, con una durata stimata di 20-25 ore ma dipenderà dal modo di giocare, è comunque sufficiente per far rimanere incollati allo schermo per molto tempo.

5Localizzazione e Ottimizzazione 

Deus Ex Mankind Divided, a differenza del suo predecessore è completamente localizzato in diverse lingue, tra cui l'italiano, sono compresi anche gli audio in gioco e non solo quello dei filmati. Un difetto che si può notare molto spesso è un lip sync non coordinato bene, durante la nostra prova abbiamo notato che il movimento delle labbra spesso non corrisponde all'audio della frase detto. Riguardo all'ottimizzazione, al momento, siamo ad un livello abbastanza buono; non eccellente e su PC di fascia abbastanza bassa può causare diversi problemi, anche con le impostazioni al minimo, la sua scalabilità lo rende comunque sufficiente per avere un esperienza fluida.