Discord chiude un round da 150 milioni di dollari, valutazione da 2 miliardi

Il mercato delle comunicazioni tra videogiocatori, che cercano di parlare con i compagni di squadra e altri appassionati durante o al di fuori di una sessione di gaming, risulta interessare sempre più persone e crescere a dismisura.

Sono quasi 200 milioni gli utenti attivi che utilizzano l’applicazione Discord, sviluppata dall’omonima startup di voice-chat più popolare del momento, che venerdì ha annunciato di aver ottenuto 150 milioni di dollari di finanziamento, arrivando così ad una valutazione di oltre 2 miliardi di dollari. Il round è stato guidato da Greenoaks Capital con la partecipazione di Firstmark, Tencent, IVP, Index Ventures e Technology Opportunity Partners.

E pensare che, solo lo scorso aprile, la società aveva annunciato di aver raccolto 50 milioni di dollari. Con quest’ultima manovra è riuscita finalmente a raggiungere i 280 milioni di dollari in finanziamenti.

Discord - Free Voice and Text Chat for Gamers

L’arrivo dei nuovi finanziamenti avviene contestualmente al continuo aggiornarsi dell’applicazione e all’imminente scontro con l’onnipresente distributore digitale Steam, di proprietà Valve.

Discord ha annunciato una beta globale del “Discord Store” nell’ottobre del 2018; l’azienda ha recentemente annunciato che, a partire dal 2019, sarà stabilita una nuova forma di ripartizione dei ricavi, secondo il modello 90/10, per gli sviluppatori indipendenti che decideranno di pubblicare i loro videogiochi sul Discord Store. Si tratta di un margine di guadagno molto più interessante rispetto a quello garantito dal diretto concorrente, Steam, che segue attualmente un modello di ripartizione 70/30.

Il team di Discord ha annunciato che sempre più sviluppatori sono intenzionati a creare il proprio negozio online per poter vendere i loro giochi, invece di concentrarsi su quello che è veramente importante: “la realizzazione di grandi giochi e creare comunità sorprendenti”.

Discord promette a tutti gli sviluppatori di voler creare “…incredibili strumenti di sviluppo e offrire agli sviluppatori la maggior parte della quota di compartecipazione delle entrate“; dopotutto, la comunicazione diretta tra videogiocatore e sviluppatore, che avviene già mediante l’applicazione, è un ottimo metodo per comprendere come poter migliorare i propri prodotti e avere un feedback immediato.