DouxMatok, startup, stevia, zucchero, dolcificanti
I principi di un nuovo inizio.

L'obesità è un problema molto diffuso nei paesi sviluppati. Il dato che nel 2016 un americano su cinque è considerato obeso e uno su dieci soffre di diabete è davvero allarmante, e tutto ciò è dovuto ad un'alimentazione scorretta ed ad una bassa educazione al riguardo.

È anche vero che di solito i cibi più buoni sono quelli che, assunti in grandi quantità, risultano nocivi al nostro organismo, e che ognuno dovrebbe trovare il giusto equilibrio per non incorrere in problemi di salute.

Perché non ci avevano pensato prima?

Fatte queste premesse, oggi parleremo di una startup israeliana che è riuscita a diminuire del 30% la quantità di zucchero necessaria in cucina, senza però ridurne o smorzarne gli effetti. Non parliamo di dolcificanti, si tratta semplicemente di una "formula potenziata". Ma partiamo dal principio.

DouxMatok, startup, stevia, zucchero, dolcificanti
Quantità di zucchero normale vs. quantità di DouxMatok necessaria

La startup in questione si chiama DouxMatok. L'idea è partita dal CEO Eran Baniel, che ha visto lo zucchero tagliato fuori dalla propria dieta poiché era a rischio diabete. Insieme al padre, il dottor Avraham Baniel (un importante ricercatore chimico israeliano), ha iniziato a cercare un modo di rendere lo zucchero ancora più dolce, senza intaccarne il gusto. Ed a quanto pare è possibile.

Successo garantito

Insieme ad un gruppo di soci, è stata fornita la prima partita di DouxMatok a delle industrie alimentari, in via sperimentale, e l'esito è stato più che positivo: oggi la compagnia, in associazione con Pitango, ha fatturato 8,1 milioni di dollari. Ecco cosa ne pensa Ittai Harel, managing partner da Pitango.

"Abbiamo iniziato a seguire il progetto DouxMatok fin dall'inizio; parte della ragione per cui abbiamo deciso di finanziarlo adesso è che abbiamo visto che DouxMatok stava effettivamente creando dinamiche positive con i produttori di cibo."

La scienza gioca in casa

Secondo il CTO Dr. Alejandro Malabi, gli americani non gusterebbero una grandissima quantità dei 200 dollari di zucchero che consumerebbero ogni anno. Questa sarebbe la quantità dannosa che danneggerebbe solo la salute, e grazie a DouxMatok le molecole di zucchero verrebbero direttamente indirizzare alle papille gustative apposite, facendo percepire tutto il sapore dello stesso.

DouxMatok, startup, stevia, zucchero, dolcificanti
Un modo originale per spiegare il funzionamento di DouxMatok

Le parole di Eran Baniel al riguardo:

"In questo momento l'industria dello zucchero sta combattendo contro dolcificanti artificiali quali Stevia ed aspartame. Lo zucchero è considerato come un nemico che va sostituito. E non è la moda del momento, ma un sentimento comune duraturo."

L'obbettivo dei Baniel con il DouxMatok è stroncare questi dolcificanti artificiali senza nuocere alla salute, ed un giorno fondare un brand.

DouxMatok viene prodotto tramite procedimenti ecosostenibili, ed è conforme alle regolamentazioni europei ed americani, quindi presto potremo trovarlo sulle nostre tavole.