Drone Taxi

Presto a Dubai si potrà volare in taxi, il suo nome è AAT (Autonomous Aerial Taxi) ed è un'automobile in grado di volare. Questo velivolo è stato appena testato da Sheikh Hamdan bin Mohammed, principe ereditario di Dubai che ha avuto il piacere di premere il pulsante per far decollare il drone. Questo strabiliante oggetto tecnologico, è in grado di trasportare 2 persone, con una autonomia di 30 minuti e con una velocità media di 30 kilometri orari.

Un progetto avviato a febbraio ed è già in volo

Il Drone Taxi è stato creato dalla Start-Up tedesca VoloCopter, grazie all'accordo con RTA, ossia l'autorità dei trasporti di Dubai, concluso lo scorso febbraio. La società di VoloCopter garantisce la sicurezza del drone che mira a essere un mezzo di trasposto dedicato ai passeggeri che esigono evitare il traffico. Dubai è la prima città a dare possibilità ai clienti di avere un taxi volante tramite app.

Drone Taxi
Il Drone Taxi in volo

I comfort del drone taxi

I drone taxi potranno far viaggiare 2 persone con una velocità media di 31 km/h. Alcuni di questi avranno allestimenti lussuosi e sedili in pelle, ma tutti saranno dotati di paracaduti di emergenza. Le sue nove batterie si ricaricano in 40 minuti che e permettono un'autonomia di volo di 30 minuti circa. Il drone è abbastanza piccolo e versatile poichè misura 7 metri di diametro e 2 metri di altezza.

La sfida aperta all'America

I Drone Taxi potranno essere utilizzati non appena saranno approvati i piani di mobilità di Dubai, che punta a ridurre il traffico di auto entro il 2030. Ma come avviene ovunque, Volocopter dovrà stare attenta alla concorrenza ad aziende statunitensi, poiché stanno lavorando sui loro veicoli volanti anche Google Corp., Kitty Hawk e Uber.