Il commercio elettronico è in crescita anche nel nostro paese e rappresenta una soluzione scelta per motivi di praticità e di costo. Ci sono però delle questioni aperte da risolvere che devono essere oggetto di attenta analisi da parte dei manager dei portali di e-commerce. Questi siti generano molte visite da PC e smartphone che però spesso non si convertono in acquisti, come dimostra uno studio dell'Osservatorio e-commerce B2c Netcomm della School of Management del Politecnico di Milano.

Lo smartphone cresce ma il PC resta dominante

La spesa in advertising online dei merchant e-commerce italiani rimane rivolta prevalentemente alla componente desktop (59%), ma lo smartphone continua a crescere, passando dal 35% nel 2017 al 37% del totale nel 2018. Durante l'esperienza utente online, il consumatore abbandona il sito per scarsa usabilità o per la mancanza dei prodotti desiderati: il tasso di conversione, ossia la percentuale di visitatori che completa l'ordine di acquisto, è pari solamente all'1,6%.

L'incremento della spesa in advertising mobile è riconducibile in prima battuta ad uno spostamento generalizzato dell'audience su questi dispositivi, è stato possibile anche grazie all'adattamento di alcuni formati tipici del desktop e al miglioramento delle modalità di misurazione delle visualizzazioni. Rimane marginale il Tablet (4%).

Gli utenti abbandonano i siti di e-commerce prima di completare gli acquisti

Dallo studio del comportamento dei consumatori attraverso il tasso di abbandono nelle diverse fasi dell'esperienza utente emerge che il 43,9% dei visitatori abbandona la pagina pochi secondi dopo l'accesso.

PC smartphone ecommerce

Sono invece pari al 42,8% gli utenti che lasciano il sito durante la navigazione e la ricerca del prodotto. Nella fase successiva, ossia quella di check-out, l'11,7% degli utenti abbandona il carrello senza finalizzare l'acquisto. Ne consegue (come poco fa anticipato) che il tasso di conversione medio, cioè la percentuale di visitatori che completa l'ordine di acquisto, è pari all'1,6%.