I giochi istantanei di Facebook sono pronti ad essere messi nelle mani degli sviluppatori. La società lo ha annunciato questa settimana, in anticipo rispetto alla Game Developers Conference degli anni passati. Lanciata per la prima volta nel 2016, la piattaforma consente agli sviluppatori di creare giochi ottimizzati per dispositivi mobili, utilizzando il linguaggio HTML5. La peculiarità di questo linguaggio è che funziona nativamente sul browser senza aver bisogno di ulteriori app scaricate attraverso gli store.

La piattaforma Instant Games è cresciuta dai 17 titoli iniziali disponibili, arrivando fino agli odierni 200: non era mai stata però aperta a tutti gli sviluppatori, consentendo l’accesso solo a pochi selezionati. Oltre a consentire agli utenti di trascorrere più tempo sulla piattaforma di Facebook, Instant Games offre il potenziale per nuovi flussi di entrate ora che Facebook sta entrando nel meccanismo della monetizzazione del gioco. A ottobre, Facebook ha affermato che inizierà a testare annunci video durante il gioco, nonché acquisti in-app. Gli strumenti erano disponibili solo per selezionare gli sviluppatori su quella che allora era una piattaforma chiusa, disponibile solo per i partner di gioco di Facebook.

Facebook Istant Games
La piattaforma Istant Games ha guadagnato in pochi mesi un numero importante di titoli

L’apertura come piano verso la monetizzazione

Ora tutti gli sviluppatori possono creare giochi istantanei mentre la piattaforma esce dal periodo di beta testing. Oltre al lancio pubblico di questa settimana Facebook ha introdotto una serie di nuove funzionalità, proprio per aiutare gli sviluppatori a crescere, sviluppare ulteriormente e monetizzare i propri giochi. Ciò include il lancio delle API degli annunci, precedentemente in beta. Gli acquisti in-app, tuttavia, continuano a rimanere in fase di test. Gli sviluppatori avranno, inoltre, accesso al Gestore di monetizzazione di Facebook, strumento con il quale possono monitorare la gestione degli annunci e tenere d’occhio il posizionamento degli annunci.

Facebook afferma, inoltre, di aver aggiornato il modo in cui il suo algoritmo di classificazione fa emergere giochi basati sull’attuale gameplay e sugli interessi recenti degli utenti, aggiornando al contempo le classifiche di gioco. Presto, gli sviluppatori di giochi istantanei potranno creare vere e proprie campagne pubblicitarie per acquisire nuovi giocatori. Queste nuove pubblicità, quando cliccate, porteranno i giocatori direttamente nel gioco.

Dall’anno scorso, Facebook Instant Games è cresciuto fino a quasi 200 titoli, ma la società non parla in modo approfondito dell’aspetto legato alle entrate. Ha offerto un esempio di titolo ben riuscito, Basket FRVR, che è sulla buona strada per realizzare una cifra a più di 7 zeri in entrate annue, essendo stato giocato oltre 4,2 miliardi di volte. Con il lancio pubblico, Facebook apre la pagina della documentazione agli sviluppatori di Instant Games, oltre ad un elenco di motori di gioco HTML5 consigliati per aiutare gli sviluppatori ad iniziare. Gli sviluppatori potranno quindi creare e inviare giochi direttamente tramite la pagina dell’app di Facebook.