Facebook ha annunciato recentemente alcuni cambiamenti alle sue politiche riguardanti la visualizzazione di annunci pubblicitari sulla piattaforma.

 

Le nuove norme sui minori

La compagnia ha deciso che impedirà presto ai minori di visualizzare annunci di accessori per armi come fondine o caricatori. Questa scelta da parte del social arriva a causa della rinnovata attenzione alla violenza armata negli Stati Uniti, in seguito anche alle sparatorie a Santa Fe, in Texas, a Parkland, in Florida e molti altri casi. Facebook ha scelto di prevenire la violenza partendo proprio dai minori.

Come descritto nell’annuncio su Facebook Business, la compagnia vieta già le pubblicità di pistole e modifiche. I venditori tuttavia possono pubblicare annunci per accessori come torce, cannocchiali, fondine, custodie per armi, vernice per fucili o fionde. La società non intende vietare tali annunci, ma richiederà ai venditori di limitare il pubblico ad almeno 18 anni di età o oltre”.

Le norme pubblicitarie elencate della società non menzionano attualmente le restrizioni di età, quindi si prevede un grosso aggiornamento su tutti i fronti che riguardano la minore età. Le norme in questione della piattaforma quindi, cambieranno quando la politica entrerà in vigore, ovvero, a detta del social, il 21 giugno.

Sicuramente questa iniziativa da parte dell’azienda avrà dei riscontri molto positivi. Soprattutto dopo tutto quello che è successo e sta continuando a succedere negli Stati Uniti. Ridurre la possibilità che i giovani si avvicinino anche solamente tramite degli oggetti “innocui” al mondo delle armi aiuterà a ridurre il tasso delle eventuali sparatorie a lungo termine.

Per quanto riguarda gli inserzionisti, per loro non ci dovrebbe essere alcun problema. In ogni caso, il loro target di vendita non era costituito in alcun modo da minori. Infatti per loro sarà semplicemente un’altra spunta da aggiungere per indicizzare meglio le promozioni.