La società americana Qualcomm è riuscita ad ottenere, qualche giorno fa, il divieto di vendita in Germania dei modelli di iPhone 7 e 8 nella lite sul brevetto con Apple.

iPhone bloccati in Germania

Il tribunale di Monaco ha stabilito che le vendite dei modelli, ormai considerati anche relativamente obsoleti, non potranno più essere effettuate in Germania. Questa sentenza è dovuta al fatto che Apple fino ad ora avrebbe utilizzato componenti elettronici che sono attualmente sotto brevetto di Qualcomm. I modelli XS, XS Max e XR saranno ancora disponibili nei negozi Apple in Germania sperando sempre che i circuiti utilizzati per i nuovi modelli non siano sottoposti ad altri brevetti.

Un portavoce di Apple ha dichiarato che la sentenza è stata molto deludente, infatti Apple era convinta di riuscire a vincere in tribunale data la sua ormai prevalenza sul mercato e dato il fatto che, secondo la loro opinione, i circuiti sono simili ma non identici a quelli di Qualcomm. Questa vicenda, sebbene i modelli coinvolti venivano acquistati molto meno dagli utenti in Germania, ha causato un grosso impatto sulle vendite in generale dei modelli, dato che la storia non sembra essere finita qui.

Gli iPhone vengono bloccati anche in Cina

Nei giorni scorsi, infatti, Qualcomm ha vinto anche una causa in Cina contro Apple. Un tribunale cinese ha riscontrato la violazione da parte di Cupertino di ben due brevetti Qualcomm ed ha emesso un'ingiunzione preliminare che vieta la vendita di alcuni modelli di iPhone in Cina, il secondo mercato più importante per Apple. Questo metterà a dura prova le vendite, dato che l'iPhone è uno dei prodotti più commercializzati in Cina e ciò che teme di più Apple, attualmente, è vedere tutto il mercato dei modelli iPhone 7 e iPhone 8 crollare in gran parte del mondo.