germania social network

La tecnologia è ormai alla portata di tutti, in questo modo chiunque può avere accesso all’infinita mole di dati presenti in rete. Con l’avvento dei social, inoltre, a tutti è stata data uguale importanza e uguale diritto alla libertà di pensiero. Il problema che sorge, però, è dato proprio dal fatto che chiunque può pubblicare contenuti, potenzialmente volgari, controversi e illegali.

Nel corso degli ultimi anni si sono susseguiti centinaia di eventi che riconducono al pensiero precedente: dal Cyberbullismo allo Slut-shaming, dai semplici insulti alle fake news. Insomma, per quanto Facebook, Twitter e i big del settore si impegnino costantemente a rimuovere questi contenuti e bannare i relativi creatori, il mondo è vasto e i milioni di utenti sono un insieme difficile da gestire.

La Germania si è quindi attivata, con quella che viene chiamata “Legge Facebook“, in modo da costringere i social network a prestare maggiore attenzione ai contenuti pubblicati dagli utenti, pena multe fino a 50 milioni di euro. Il fenomeno denominato “hate speech” miete vittime in continuazione, la maggior parte composta da semplici utenti che per l’esasperazione abbandonano i social.

germania social network

La legge entrerà in vigore da gennaio 2018, questo significa che le aziende avranno 3 mesi per adeguarsi: il loro compito sarà di rimuovere ogni post contenente insulti, discriminazioni, offese e tutto ciò che possa essere ricondotto ad un comportamento volgare.

La Germania è sempre stata uno dei primi paesi in Europa ad attuare leggi e muoversi nei confronti di problemi legati alla rete e a coloro che la frequentano abitualmente per provocare danni e disturbare ingiustificatamente gli altri utenti.

Come detto in precedenza, i social network avranno 3 mesi per adeguarsi. Dovranno, però, preoccuparsi solo di eliminare i contenuti presenti sulla piattaforma e non tutte le copie che circolano in rete. Per quanto riguarda i contenuti illegali dovranno essere eliminati entro 24 ore, per quelli controversi, le verifiche potranno durare fino ad una settimana.

Il paese ha già predisposto 50 dipendenti del ministero della Giustizia per poter verificare l’operato dei social e, le aziende hanno dovuto nominare un responsabile per le denunce provenienti dalla Germania, in modo che ci sia costantemente qualcuno che possa monitorare la situazione.