Wells Fargo ha rivelato il problema in un’inchiesta di regolamento questa settimana e ha dichiarato di aver accantonato 8 milioni di dollari per compensare i clienti colpiti dal problema tecnico. La stessa inchiesta ha poi rivelato che Wells Fargo (WFC) sta affrontando “indagini, formali o informali” da agenzie governative senza nome su come la compagnia ha acquistato crediti d’imposta federali per alloggi a basso reddito. Reuters ha riferito per la prima volta notizie di indagini e modifiche ai mutui coinvolti nello scandalo già da venerdì scorso.

La banca ha dichiarato che l’errore informatico ha colpito “alcuni account” che sono stati sottoposti al processo di preclusione tra aprile 2010 e ottobre 2015, quando il problema è stato corretto con successo.

A circa 625 clienti è stata negata erroneamente una modifica del prestito o non ne è stata offerto uno anche se possedevano i requisiti, secondo l’inchiesta. In circa 400 casi, i clienti hanno subito in modo definitivo un pignoramento, oramai divenuto inoppugnabile. Wells Fargo ha dichiarato in un comunicato come l’azienda sia molto rammaricata del verificarsi di questo errore, affermando, inoltre, che sta provvedendo a rimediare verso i clienti interessati.

Numerosi gli scandali che hanno riguardato l’azienda, colpevole anche del nascere della gravissima crisi finanziaria iniziata nel 2008

Un portavoce della banca ha dichiarato come non esista una relazione diretta ed efficace tra rifiuti e pignoramenti, ma i clienti a cui sono state negate le modifiche del prestito hanno, effettivamente, perso la casa. Wells Fargo è stata coinvolta, negli anni, in una serie di scandali che le sono costati miliardi di dollari e l’hanno messa di fronte a una serie di cause legali ed indagini.

wells fargo
Il fumetto è volutamente ironico, ma la banca si è dimostrata colpevole di numerose condotte illecite e scorrette.

All’inizio di questa settimana, il Dipartimento di Giustizia americano ha annunciato che Wells Fargo ha accettato di pagare una multa di 2,1 miliardi di dollari per l’emissione di mutui ipotecari con la consapevolezza che contenessero informazioni errate sul reddito. Il governo ha dichiarato che i prestiti hanno contribuito alla crisi finanziaria del 2008, che ha paralizzato l’economia globale.

A giugno, Wells Fargo è stata accusata dalla commissione federale Securities and Exchange Commission di utilizzare investimenti finanziari complessi per trarre vantaggio dagli investitori, nello specifico il modello basato su madre e padre del nucleo familiare. Wells Fargo, che non ha né ammesso né smentito le accuse della SEC, ha dichiarato che ha collaborato pienamente con la SEC. Uno dei suoi scandali più importanti ha comportato la creazione di milioni di conti falsi, creati dalla società per clienti ignari al fine di incrementare i suoi dati di vendita. La portata della questione è aumentata, poiché la pratica è stata scoperta per la prima volta nel settembre del 2016. La banca ha anche ammesso di aver incassato dai propri clienti commissioni ipotecarie ingiuste e addebitato ad alcuni una assicurazione auto di cui non avevano bisogno.