GlobalFoundries

Una delle più grandi aziende di semiconduttori al mondo, GlobalFoundries, con diversi stabilimenti in Asia, in Europa e in America, è già pronta con i primi wafer e chip prodotti con processo produttivo a 7 nm.

I nuovi wafer saranno prodotti nello stabilimento Fab 8 a New York, aggiornato appositamente per poter rendere possibile la produzione con questo tipo di litografia. Debutteranno nella prima metà del 2018 e potranno essere la base della nuova architettura di AMD Navi.

GlobalFoundries: il silicio arriverà presto al limite?

Attualmente il processo produttivo più basso e utilizzato è quello a 14 nm FinFET, utilizzato sulle ultime GPU e CPU di casa Intel, NVIDIA e AMD, dai produttori di SoC e da tante altre aziende fabless. L'arrivo dei primi chip prodotti a 7 nm potrebbe creare una svolta nel mondo dei semiconduttori.

GlobalFoundries stabilimento
Immagine panoramica del stabilimento Fab 8 a New York, USA.

Una litografia più bassa permette di implementare un maggior numero di transistor, ridurre il calore e lo spazio occupato, garantendo prestazioni superiori e una maggior efficienza del prodotto. Questa potrebbe diventare la base per la nuova architettura Navi di AMD, ma anche per le future CPU della casa di Sunnyvale e Intel.

Con il passare del tempo, però, stiamo raggiungendo il limite fisico del silicio, tant'è che bisognerà trovare una soluzione pronta per quando accadrà questo evento.