Approda a Roma Glovo, ovvero una intraprendente piattaforma di anything delivery nata nel 2014 in Spagna dalla mente di oscar Pierre, un giovane ingegnere aeronautico.

Proprio quest’ultimo ha sfruttato la sua creazione per portare il concetto di fast delivery oltre il campo riguardante il cibo, al fine estenderlo a tutti gli ambiti possibili, dai vestiti a qualsiasi oggetto di uso comune.

I primi passi nella città eterna

Attualmente Glovo coprirà ovviamente l’area del centro capitolino, con compatibilità iOS e Android per quanto riguarda l’app, ma le personalità interne all’azienda hanno già reso noto che essa arriverà a coprire tutte le aree racchiuse nel GRA (Grande Raccordo Anulare).

A rafforzare questo ambizioso progetto sono proprio alcuni dei partner che sostengono la giovane piattaforma di anything delivery; tra questi abbiamo importanti catene come Grom, Eataly, The Fisherman Burger e Mondo Arancina. Inoltre, ultima ma non meno importante, la presenza di 200 “corrieri” tracciabili nella capitale, i cosiddetti Glover.

Non è tutto qui poiché, per il lancio dell’applicazione romana, Glovo si è affidata al suo nuovo city manager: Andrea Arcieri, personalità esperta e con esperienza nel settore proveniente da Deliveroo.

Glovo Roma

La prima tappa italiana

Roma non è la prima città italiana un cui la piattaforma è approdata, ma Milano probabilmente è la prova ed esempio più tangibile e concreto, a sostegno dell’enorme potenziale che l’app possiede nel territorio italiano.

Glovo è infatti arrivata a milano nel 2016 ed in pochi mesi ha ottenuto una grande crescita, diventando uno dei servizi più apprezzati da parte dei residenti grazie alla consegna di prodotti come cibo, medicine e fiori durante l’orario giornaliero e serale, ed alla qualità del servizio offerto.

Il 30% dei prodotti trattati da Glovo nella città del derby della madonnina non è infatti legato esclusivamente al cibo ed inoltre, all’inizio del mese di aprile, i corrieri erano oltre 500 unità.

Segnaliamo la presenza di un codice promozionale per tutti coloro che vogliono provare la nuova piattaforma: Ecchice. Per usufruirne basta inserirlo all’interno dell’app, nell’apposito campo.