Google Assistant

Google Assistant approda oggi su iPad, consentendo ai clienti di controllare la loro casa intelligente, effettuare chiamate, inviare messaggi, impostare promemoria e altro, dal proprio tablet Apple. L'assistente intelligente è stato lanciato per la prima volta su iOS al Google I/O 2017, in seguito alla sua precedente introduzione sui dispositivi Android guidata dallo smartphone Google Pixel.

Al momento del rilascio, tuttavia, era disponibile solo in inglese. Oggi è disponibile su iOS in inglese, francese, tedesco, italiano, giapponese, portoghese (Brasile) e spagnolo.

Nonostante si parli molto della crescente diffusione di altoparlanti intelligenti come Amazon Echo, Google Home e Apple HomePod, gli assistenti vocali hanno il potenziale per una copertura ancora più ampia tramite dispositivi mobili. Ecco perché è fondamentale per le app come Google Assistant o l'app Alexa di Amazon supportare tutte le piattaforme e non solo il proprio hardware, come appunto i dispositivi Android o tablet Fire.

Proprio ieri Amazon ha annunciato la sua app Alexa per tablet, incluso iPad, che è stata aggiornata per supportare le funzioni di chiamata e messaggistica.

Quando viene chiesto a Google Assistant di inviare un SMS o chiamare un amico tale informazione verrà ottenuta dalla Rubrica iOS, dopo aver ricevuto l'autorizzazione a farlo dall'utente. L'assistente di casa Google può anche aiutarti a comporre email, impostare promemoria ed eventi del calendario, riprodurre musica, navigare, rispondere a domande, streammare sulla TV e controllare i dispositivi smart home connessi.

La nuova app sfrutterà anche il multitasking sugli iPad con iOS 11, consentendoti di chattare con l'assistente mentre svolgi un'altra attività nell'altra finestra, come controllare il tuo calendario o pianificare un viaggio. L'app funziona sia in modalità verticale che orizzontale.