In arrivo parecchie novità direttamente da Google, per il suo servizio dedicato alla ricerca di voli. Google Flight è il motore di ricerca dedicato ai viaggiatori dell'aria. Per aiutarli ad attutire parte degli aspetti più frustranti del viaggio aereo, come i ritardi e le complessità delle compagnie aeree più economiche, Google ha intenzione di far scendere direttamente in campo le più recenti ed innovative tecnologie.

Se pensiamo ad esempio ai ritardi, appare evidente come l'utilizzo di tecnologie quali l'Intelligenza Artificiale possano rendere più facile comprendere ed analizzare una mole di dati storici importante; questo processo, però, non sarà solo frutto di uno studio di dati forniti dalle aziende aeree stesse. Grazie alle innovazioni nel machine learning, l'IA di Google sarà infatti in grado di creare veri e propri algoritmi, grazie ai quali sarà possibile venire a conoscenza di eventuali ritardi, prima ancora che se ne rendano conto le compagnie stesse.

Secondo Google, la combinazione di dati e di IA è in grado di predire i ritardi meglio di una qualsiasi fonte ufficiale. Inoltre, la nuova funzione non segnerà automaticamente nell'app il ritardo, a meno che non sia sicura almeno all'80% che la previsione si avveri. Inoltre sarà in grado di fornire una spiegazione sul perché ci sia questo ritardo, come il maltempo o un aereo che arriva in ritardo.

Piena informazione all'utente in ogni momento

All'utente sarà data la possibilità di tracciare il proprio volo, grazie al codice univoco del volo, con la conseguente informazione sulla presenza o meno del ritardo. Oltre a tutto questo, l'IA di Google sarà anche utile per spiegare brevemente a cosa servano le tasse economiche di base, necessarie ad ogni volo, che siano incluse o meno nel proprio biglietto. Infatti, il numero di restrizioni apportato da una compagnia rispetto ad un altra, troverà spiegazione nel servizio di Google.

Google Flight IA
La schermata del rinnovato Google Flight, semplice da consultare e zeppa di informazioni su ogni volo.

Google Flight sarà in grado di visualizzare per ogni compagnia quali restrizioni siano incluse nel biglietto posseduto, pensiamo al numero o volume dei bagagli imbarcabili, o alla possibilità o meno di scegliere il posto a sedere.

A livello globale, per il momento il servizio si sta attuando per i soli voli di compagnie quali American, Delta e United Flights. Inutile dire come la nuova feature sia una prova di forza delle capacità reali di un servizio come il machine learning di Google, visto che si parla di un numero di dati vertiginosamente alto.