Google Pixel 2 Jack Audio Adapter Apple Immagine in Evidenza

Lo scorso anno Apple abbandonò il jack audio su iPhone 7, portando avanti la propria scelta anche con iPhone 8, 8 Plus e X. La decisione controcorrente ha creato uno scontento generale per una grande fetta degli utenti; coloro che necessitano di utilizzare un dispositivo audio con jack da 3,5 mm con il melafonino si vedono costretti a dover acquistare e utilizzare un adattatore da 9 $.

Google Pixel 2 Jack Audio Adapter Apple

Dopo Apple sono stati molteplici i produttori a “seguire la moda” e a sostituire il jack audio con una singola porta USB C sui propri dispositivi. Fra i più recenti vediamo il Pixel 2 di Google che, oltre alle solite lamentele sulla mancanza della porta analogica dedicata all’audio, ha creato scompiglio per via dell’adattatore ufficiale in vendita a 20 $.

A meno di due settimane dalla presentazione, Google decide di ridurre il prezzo dell’adattatore a 9 $, adeguandosi alla proposta di Apple.

Il futuro dell’audio analogico su smartphone

La tendenza di abbandonare il jack audio si è fatta sempre più forte nel corso di quest’anno e sicuramente sarà accolta da altri produttori di smartphone durante il 2018. Nonostante questo, alcune compagnie sembrano voler resistere al cambiamento. Un esempio interessante è OnePlus, che propose un sondaggio su Twitter per vedere se gli utenti avessero ancora interesse nel trovare l’uscita audio analogica sul prossimo smartphone della casa cinese.

Il risultato del sondaggio è stato positivo ed infatti OnePlus 5, l’ultimo flagship della casa lanciato questa estate, ha mantenuto il jack audio da 3,5 mm; a riconferma dell’ottima scelta dell’azienda ci sono i dati di vendita, decisamente positivi.

Ma per quanto tempo ancora riusciremo a trovare dei dispositivi prodotti con questa “obsoleta” tecnologia? E quanto ci vorrà prima che venga completamente sostituita dal nuovo standard digitale, l’USB type C? La fine più probabile da immaginare è la stessa che ormai hanno fatto supporti datati come i Vinili, con costi maggiorati rispetto alla concorrenza ed utilizzati solo da una ristretta nicchia di appassionati.