Dopo 7 anni dal lancio di Android 4.0 Ice Cream Sandwich Google ha ufficialmente annunciato che sta per terminare la procedura di ottimizzazione del servizio, in modo da lanciare il prossimo aggiornamento in totale sicurezza.

Nel frattempo l'azienda però si sta già mettendo a disposizione degli sviluppatori per la versione 4.1, Jelly Bean, che avrà un supporto API 16 come minimo. Questo vuol dire che, mentre chi avrà la versione 4.0 Ice Cream Sandwitch potrà tranquillamente passare alla versione 4.1 Jelly Bean, chi invece avrà o già possiede un sistema operativo che supporta solo 14 oppure 15 API non sarà in grado di passare a questo nuovo livello.

Solo lo 0.03% utilizza Ice Cream Sandwitch

Si parla ovviamente anche di novità relative allo sviluppo di un'applicazione, dato che attualmente, secondo i dati analitici che ha rilasciato Google, pochissimi utenti Android utilizzano ancora Ice Cream Sandwich.

La piattaforma Android 4.0 ha sette anni e il conteggio dei dispositivi attivi è rimasto sotto l'1% per qualche tempo, più precisamente stiamo parlando dello 0,03%. Di conseguenza, l'intenzione dell'azienda è di escludere il supporto ad ICS dalle versioni future dei servizi Google Play. In questo modo, per i dispositivi che eseguono ICS, Google Play Store non aggiornerà più l'APK di Play Services oltre la versione 14.7.99.

Cosa cambierà nell'aggiornamento

L'SDK dei servizi di Google Play contiene le interfacce per le funzionalità fornite dall'APK dei servizi di Google Play, quindi le funzionalità richieste dalle attuali versioni SDK rilasciate sono già presenti sui dispositivi ICS con i servizi Google Play e continueranno a funzionare senza modifiche.

Inoltre con la versione dell'SDK, cambiata all'inizio di quest'anno, ogni libreria può essere rilasciata indipendentemente e si può aggiornare la propria versione minSdk.
Quindi i componenti SDK più recenti possono continuare a supportare i livelli API 14 e 15, ma molti si dovranno aggiornare per richiedere il livello API più alto.

In conclusione per le applicazioni che supportano il livello API 16 o versione successiva, non è necessario apportare modifiche alla build ma per le applicazioni che supportano i livelli API 14 o 15, sarà possibile continuare a creare e pubblicare app sui dispositivi su cui è in esecuzione ICS, ma si verificheranno errori di generazione durante l'aggiornamento a versioni SDK più recenti.