Non è di certo sconcertante il report pubblicato da Captiv8 nel 2016, che stimava a 255 milioni di dollari le spese mensili delle grandi aziende indirizzate ai post sponsorizzati su Instagram. Sempre secondo Captiv8, che si occupa di analisi e marketing per i social, un cosiddetto “influencer” dalla portata di milioni di utenti può chiedere fino a diverse migliaia di dollari per singola foto. Nella classifica dei social media influencer più pagati al mondo troviamo anche un nome italiano, quello di Chiara Ferragni, che è riuscita a farsi strada monetizzando ogni istante della sua vita attraverso i suoi oltre 10 milioni di seguaci.

Un post condiviso da Chiara Ferragni (@chiaraferragni) in data:

È impossibile negare l’evidente trasformazione del social network basato sulle foto avvenuta negli ultimi anni. Per alcune personalità, Instagram rappresenta la principale fonte di profitto. Dove prima si poteva trovare un modo originale e genuino di raccontare la propria creatività e il proprio stile, ora gli influencer vedono grandi opportunità di introito; allo stesso modo, le aziende con Instagram (e i profili di queste personalità) hanno trovato un nuovo modo di “fare pubblicità” e diffondere i loro prodotti.

Il sistema, come fa notare l’AGCM, non è ancora del tutto trasparente e i termini non sembrano essere chiari a tutti. L’AntiTrust sottolinea che, nonostante le policy applicate, solo il 21% dei post sponsorizzati è indicato come tale tramite appositi hashtag quali “#ad” o  “#advertising”.

C’è chi ha deciso di stare dalla parte delle aziende, come Giovanbattista Cimmino, 28 anni, che dopo essersi laureato a Roma in Management, ha fondato una propria Social Media Agency, Zapphyr LTD a Londra.

Amazing #Brera ❤ shot by @alb_piri for #Milano ✌

Un post condiviso da Milano by @gbci (@milano) in data:

Giovanbattista è anche colui che ha ideato e organizzato una community volta a promuovere e celebrare la cultura e la bellezza di località come Milano, Londra, Parigi e la costiera amalfitana. La storia, il cibo e la musica delle città sono raccontate attraverso gli account Instagram @milano, @thelondonlifeinc, @parismonamour e @amalficoast_, quest’ultimo accompagnato da un portale per localizzare ristoranti, alloggi, eventi, negozi e attrazioni nella costa campana.

Il team di Giovanbattista accoglie ogni giorno splendide foto da parte di oltre 2000 influencer che hanno permesso agli account di raggiungere più di 3 milioni di utenti.
Il lavoro di Cimmino si rivolge a tutte le realtà che hanno bisogno di incrementare la propria presenza nei social media. Questo ha permesso alle società di stringere importanti collaborazioni con marchi come Badoo, Uber e Huggle.

E mentre c’è chi grida ad un possibile scoppio della “bolla degli influencer“, Cimmino ha creato il blog Seguimi.com, in cui è possibile trovare notizie, guide e curiosità in materia di Social Media Marketing e Marketing aziendale per migliorare la propria presenza sul web e, in particolar modo, su social network come Facebook e Instagram.