Arriva oggi la notizia dell'acquisizione di Unata da parte di Instacart. Unata è una giovane compagnia, nata a Toronto, che offre una piattaforma sia per i consumatori che per i negozi di alimentari, mettendoli in contatto tra loro. Al momento, non sono noti i dettagli del patto di acquisizione.

Il prodotto di Unata, a differenza di quello di Instacart, è composto da una piattaforma "bianca", una base virtuale, che permette ai negozi di alimentari di creare applicazioni e siti web per i consumatori. Questi ultimi potranno ordinare prodotti, sfruttare coupon, seguire le spedizioni e ricevere notifiche push, gestendo un vero e proprio carrello virtuale sempre connesso.

Unata continuerà ad operare come una compagnia indipendente, ma sussidiaria, rispetto ad Instacart, mantenendo il proprio nome e marchio. Stando al sito ufficiala di Unata, la compagnia sta fornendo servizi digitali per più di 1300 negozi fisici, al momento. La compagnia è riuscita a raggiungere un totale di 2,7 milioni di dollari.

Unata Instacart
Il colosso Instacart ha acquisito Unata, ma ancora non sono noti i dettagli dell'operazione di vendita.

Le dichiarazioni del manager di Instacart sull'acquisto di Unata

Il CEO di Instacart, Apoorva Mehta, ha dichiarato in una recente dichiarazione come la mission dell'azienda sia sempre stata quella di essere un partner indipendente per i rivenditori, dando ai propri clienti la miglior tecnologia e la miglior esperienza possibile. Partendo da tale presupposto, l'acquisizione di Unata permette alla compagnia di portare l'impegno su di un altro livello.

Naturalmente, il primo obiettivo di Instacart è quello di crescere, sia in termini di clientela che di catene di negozi collegate al servizio. Nel 2017 il servizio è passato da appena 30 mercati ad oltre 170, ma le grandi compagnie stanno acquistando i "pesci più piccoli" del mercato per farli diventare il loro servizio di consegna on demand. Basti pensare a colossi come Target, che ha di recente annunciato l'acquisizione di Shipt, dal valore di 550 milioni di dollari.

Con Unata, Instacart sarà in grado di posizionarsi anche nel settore dello sviluppo delle app legate all'industria della spesa online, rafforzando il legame tra i negozi di alimentari ed i clienti. Considerando come la clientela di questo tipo sia particolarmente attenta a fattori quali convenienza ed accuratezza, è facile dire come l'acquisto di Unata riesca a far convergere tutti i parametri in un solo posto.