Intel CPU Coffee Lake 8-core

Intel ha annunciato una nuova tecnologia per i suoi processori per aiutare a combattere i virus e i malware in modo più efficace. Il tutto è stato pensato per migliorare le prestazioni di un PC mentre è in atto la scansione, scaricando i compiti di quest’ultima sulla GPU integrata.

Come funziona la nuova tecnologia Intel di scansione virus e malware sulle GPU?

Intel spiega che la sua nuova tecnologia Threat Detection (TDT) utilizza funzionalità incorporate a livello di silicio per aiutare a sconfiggere gli exploit. La prima linea di difesa introdotta è chiamato Accelerated Memory Scanning.

Rick Echevarria, VP della piattaforma di sicurezza di Intel, ha dichiarato:

“Le attuali tecnologie di scansione sono in grado di rilevare attacchi informatici basati sulla memoria di sistema, ma a scapito delle prestazioni della CPU: grazie all’ Accelerated Memory Scanning, il tutto viene gestito dal processore grafico integrato Intel, consentendo una maggiore scansione e riducendo l’impatto sulle prestazioni e sul consumo energetico.”

I primi test di Intel mostrano che la quantità di risorse del processore utilizzate nella scansione scende dal 20% al 2% nel migliore dei casi, il che rappresenta ovviamente un enorme passo in avanti in termini di efficienza.

Un minor utilizzo della CPU, a sua volta, contribuirà a migliorare il consumo di energia, ovviamente. Ciò può significare una durata extra della batteria quando si tratta di portatili.

Questa tecnologia sarà disponibile per coloro che eseguono processori Intel di sesta generazione o più recenti, quindi in altre parole, a partire da Skylake.

Altre aziende potrebbero anche trarre vantaggio dalla scansione accelerata della memoria e, dal punto di vista del software, Microsoft integrerà questa tecnologia antivirus in Windows Defender Advanced Threat Protection.

Apprendimento automatico sulla scansione di virus e malware

Intel ha anche dato il via libera ad Advanced Platform Telemetry; si tratta di un’altra tecnologia orientata alla sicurezza. Sarà guidata dall’apprendimento automatico e in grado di rilevare minacce avanzate (riducendo al minimo eventuali falsi positivi). Questa, tuttavia, sarà destinata alle aziende e sarà utilizzata dalla piattaforma Tetration di Cisco (che fornisce sicurezza per i data center).