L'intelligenza artificiale (IA) è sicuramente una delle tecnologie che contribuiranno a cambiare nei prossimi anni il volto dell'economia e il nostro modo di relazionarci col mondo e con le macchine. Le imprese che hanno scelto di adottarla stanno già vedendo i primi risultati e secondo la società di consulenza tecnologica e strategica Accenture, le imprese che decideranno di compiere investimenti potranno vedere i primi risultati entro il 2020, migliorando i ricavi e anche l'occupazione.

Accenture Intelligenza artificiale business
Fonte: Accenture. In viola l'evoluzione dei profitti, in rosso quella dell'occupazione

Questo cambiamento appare vantaggioso per tanti settori, con importanti guadagni previsti soprattutto nei beni di consumo e una crescita occupazionale più marcata nelle telecomunicazioni.

È compito dei CEO cogliere l'opportunità dell'intelligenza artificiale

In questo caso è compito dei CEO cogliere le opportunità di queste tecnologie, promuovendole all'interno delle imprese e incentivando lo sviluppo di soluzioni sempre più innovative. Guidare il cambiamento vuol dire infatti far capire che investimenti importanti come quelli sulle nuove tecnologie non sono un'opzione ma il minimo necessario per restare sul mercato nei prossimi anni.

In base allo studio Accenture, sia il management che i collaboratori pensano che l'IA potrà avere un ruolo centrale per il business e cambierà le attività quotidiane. In particolare il 72% dei 1.200 top manager intervistati crede che la tecnologia intelligente sarà strategica per ottenere un vantaggio competitivo sul mercato. Secondo il 61% dei manager, nei prossimi tre anni, crescerà il numero delle figure professionali che utilizzeranno quotidianamente l'Intelligenza Artificiale. Al tempo stesso il 69% dei 14.000 lavoratori intervistati è consapevole dell'importanza di sviluppare competenze che permettano di lavorare con le macchine intelligenti.

Tuttavia, si riscontra ancora un ampio divario tra l'apertura dei lavoratori verso l'intelligenza artificiale e le iniziative concrete avviate dai manager per favorire la loro riqualificazione: questo mette a rischio le potenzialità di crescita. Infatti, sebbene il 54% dei dirigenti aziendali consideri la collaborazione uomo-macchina cruciale per il business, solo il 3% ha previsto un aumento significativo degli investimenti nella riqualificazione dei propri collaboratori entro i prossimi tre anni.

L'approccio positivo dei lavoratori verso l'utilizzo dell'IA può senz'altro favorire l'introduzione delle nuove tecnologie in azienda, supportando i manager nella trasformazione dell'ambiente di lavoro e del business.

Servono nuove competenze

La ricerca mette chiaramente in luce l'importanza di aumentare gli investimenti nelle competenze IA anche per sostenere l'occupazione: il 63% dei dirigenti ritiene, infatti, che la propria azienda potrebbe creare nuovi posti di lavoro grazie alle nuove tecnologie. Allo stesso tempo, il 62% dei lavoratori si aspetta un impatto positivo dell'IA sul proprio lavoro.

Secondo l'analisi, le aziende più all'avanguardia stanno facendo leva sulla collaborazione uomo-macchina non solo per incrementare l'efficienza, ma anche per abilitare nuove customer experience. Ad esempio, nel caso di un'azienda che vende abbigliamento online, l'IA potrebbe migliorare la conoscenza dei clienti, abilitando l'offerta di servizi esclusivi più allineati alle loro esigenze. Un brand di scarpe sportive, a sua volta, potrebbe accrescere la capacità di operare nei mercati locali, integrando le abilità dei professionisti, sarti e ingegneri, con l'intelligenza robotica.

Accenture

Accenture è un'azienda leader a livello globale nel settore dei servizi professionali, che fornisce una vasta gamma di servizi e soluzioni nei settori strategy, consulting, digital, technology e operations. Combinando un'esperienza unica e competenze specialistiche in più di 40 settori industriali e in tutte le funzioni aziendali.

Accenture opera all'intersezione tra business e tecnologia per aiutare i clienti a migliorare le proprie performance e creare valore sostenibile per i loro stakeholder. Con circa 401 mila professionisti impegnati a servire i suoi clienti in più di 120 paesi. L'azienda favorisce l'innovazione per migliorare il modo in cui il mondo vive e lavora.