I primi rumor sull’iPad Mini 5 di Apple suggerivano che sarebbe stato annunciato insieme all’iPhone 7. Ma, evidentemente, Apple ha deciso di non parlarne nel corso del Keynote.

Secondo The Bitbag, il nuovo iPad Mini avrà delle specifiche tecniche molto simili a quelle dell’iPhone 7. Precedentemente ci si aspettava che l’iPad Mini 5 montasse un processore Apple A9, ma alcuni report recenti sostengono che monterà un A10 e avrà 2 GB di RAM.

Apple iPad Mini 5: le principali caratteristiche

Apple inoltre potrebbe impiegare uno schermo con tecnologia 3D Touch nel suo nuovo iPad Mini. Si tratta di una tecnologia già vista negli smartphone di casa Apple, che però potrebbe rivelarsi molto più utile sui tablet. A questo punto ci chiediamo se verrà prodotta una Apple Pen apposita o se quella già in commercio sarà compatibile in tutte le sue funzioni sul nuovo iPad.

Anche il tasto Home potrebbe ricevere un upgrade. Apple ne ha introdotto una versione sensibile al touch su iPhone 7 che potrebbe apparire anche su iPad Mini 5. Inoltre, anche qui non ci sarà più il jack audio da 3,5mm. La scelta è ormai meno innovativa di quanto possa sembrare, visto che ormai diverse aziende si stanno muovendo in tal senso.

iPad Mini 5

Molto probabilmente le fotocamere resteranno le stesse, con una principale da 8 MP e una frontale da 1.2MP. Sarà però presente un miglior post-processing dell’immagine grazie al nuovo processore.

Lo spessore potrebbe essere ridotto a 5 mm, portando quindi anche ad un ridimensionamento della batteria. Nonostante ciò, la sua durata dovrebbe rimanere invariata, grazie all’efficienza energetica del processore Apple A10.

Come per gli altri dispositivi Apple, l’iPad Mini 5 non avrà una versione da 16 GB. Si partirà direttamente dalla versione da 32 GB di memoria interna. L’anno scorso, al lancio di iPad Mini 4, la versione da 16 GB costava 399 euro. Adesso, partendo dalla versione con una memoria intera più capiente, il prezzo del modello base potrebbe essere di 450 euro. Il dispositivo potrebbe essere disponibile a partire da Marzo 2017.

Vi invitiamo, come sempre, a prendere queste notizie come non certe, poiché nessuna di esse è stata confermata dalla casa produttrice.